La Pupa e Il Secchione Stella:“Dentro di me ho vinto!”

Stella Manente de La pupa e il secchione, scopriamo chi è. Stella modella di 28 anni, ha partecipato a Miss Italia, è di Mestre. Durante il Gay Pride di Milano, Stella Manente è stata protagonista a causa di alcune dichiarazioni e poi in seguito si è poi scusata. Intraprendente, carismatica e provocatrice, ha cinque grandi passioni: la moda, la recitazione, i cavalli, diventare famosa ed diventare un’attrice. Stella Manente è stata una delle protagoniste de La Pupa e il Secchione 2020. Con la sua sensualità e il suo carisma, Stella è riuscita ha catturato spettatori e media. Dunque, affermandosi la pupa regina de La Pupa e il Secchione 2020. E Da oggi, ha conquistato anche il gossip. La modella ha partecipato in coppia con il secchione (campione di scacchi) Alessandro Santagati con il quale si è conquistata la finale, e salire sul podio al secondo posto, dietro la coppia vincitrice: la secchiona Maria Assunta Scalzi e il pupo Stefano Beacco.

stella-manente_
Stella Manente

“Quando sono a Roma ci vediamo”.

Stella raccontaci la tua esperienza a La Pupa e il Secchione 2020.

Stella Manente:“E’ stata un’esperienza meravigliosa, mi ha lasciato tante cose, mi sono anche commossa davanti alla televisione. Credo di aver fatto un percorso interessante. L’esperimento sociale funziona. Questa realtà mi ha arricchito tantissimo. Ho solo un ricordo stupendo del programma perché mi ha dato l’opportunità di essere amata dalla gente essendo anche il mio primo reality. Ringrazierò sempre tutti!!

A La Pupa e la Secchione e Viceversa abbiamo visto che hai baciato De Benedetti, raccontaci come ha reagito il tuo fidanzato?

“E’ normale che all’interno di queste dinamiche ogni essere umano cerchi dei punti di riferimento. Con De Benedetti è scoppiata la sfera affettiva, una persona da abbracciare, a cui dare la buonanotte, a cui raccontare i miei segreti, una persona un pochino intima”.

Nel web si è ipotizzato che ci sia un’intesa tra Te e De Benedetti, visto che dicono metti dei like ai suoi post

“Con De Benedetti ci sentiamo quasi tutti i giorni. Ci vogliamo moltissimo bene, è rimasta una grande amicizia. Quando sono a Roma ci vediamo. Però questo deve essere considerato separatamente da tutto quello che è un amore. Non c’è e non ci sarà mai una storia d’amore”.

Durante il programma ti sei fatta notare più volte senza veli, fino al momento in cui ha divorato un barattolo di #utella. Cosa ti ha spinto a ciò?

“Credo che il mio punto di forza sia stato essere me stessa. Nella mia vita reale, a casa mia, io sto e dormo #uda, non ho mai utilizzato nessun pigiama, nemmeno l’intimo… anche in inverno! Non avrebbe avuto senso mascherare questa mia abitudine”.

“condividiamo ogni giorno quello che mangiamo e facciamo…”

Cosa pensi dei vincitori Maria e Stefano? Ti aspettavi di vincere?

Stella Manente: “Me lo dicono tutti e rispondo a tutti lo stesso ‘dentro di me ho vinto!’. Ho incontrato Santagati che è diventato la mia anima gemella nerd. Per quanto riguarda la vittoria di Stefano e Scalzi sono felicissima e se lo meritano al 100%. Sono felice, perchè questo dimostra che non è stato un semplice programma televisivo, ma un vero scambio e vorrei che le persone realizzassero che valore abbia veramente stare con delle persone diverse da noi e quanto si possa crescere e viceversa”.

La Pupa e il Secchione è terminato. A distanza di tempo come sono i rapporti con Santagati, vi sentite?

“In realtà ci sentiamo con tutti i concorrenti, abbiamo un gruppo su Whatsapp su cui condividiamo ogni giorno quello che mangiamo e facciamo. E’ nata una sorta di famiglia tra tutti noi. Anche Santagati lo sento spesso”.

La tua carriera nel mondo dello spettacolo è cominciata con la partecipazione a Miss Italia. Come ricordi quell’esperienza?

“Ero minorenne, avevo 17 anni, ricordo che a Salsomaggiore dovevo essere accompagnata da un genitore, ma i miei non potevano venire e allora venne la mia nonna che mi dice sempre che quella è stata l’esperienza più bella della sua vita! Secondo me è un’esperienza che dovrebbero fare tutte le ragazze che puntano a lavorare nella moda visto che è una grande scuola. Io sono stata Miss Veneto e sono stata orgogliosa di rappresentare la mia regione!”

Dopo Miss Italia hai spiccato il volo nel mondo della moda sfilando per brand importantissimi Qual è il momento che ricordi con grande emozione?

“I concorsi di bellezza risalgono a molto tempo fa. La cosa più bella del mio lavoro è stata viaggiare. Ho vissuto in Inghilterra. Sono stata parecchio tempo in Giappone grazie a questo lavoro posso dire che ho conosciuto tanto. Tra i momenti più belli? E’ sempre stato un sogno essere il volto de L’Officiel”.

“sogno di fare il cinema”

Da modella a influencer: come è cambiato secondo te il mondo della moda?

Stella Manente: “Non è il mio sogno fare l’influencer come lavoro, sogno di fare il cinema e anche la conduzione. Sono molto attiva su Instagram dove ho un contatto diretto con i miei follower”.

Dopo la Pupa e il Secchione che progetti hai?

“L’idea della moda non c’è più. Ho compiuto 28 anni e andare a fare i casting con le 18enni… Naturalmente continuerò le collaborazioni con i brand a cui sono legata. M il progetto è quello di continuare a studiare recitazione e sogno il cinema”.

Il tuo sogno nel cassetto ancora da realizzare?

“Sicuramente affermarmi come attrice, anche se ne ho un altro. Ho dedicato e dedico ogni giorno alla vita dei cavalli, sto studiano la facoltà di Veterinaria e un altro sogno è quello di laurearmi”.

Stella Manente, protagonista de La Pupa e il Secchione 2020: Gay Pride? “E’ stato un incidente”

Impossibile non ricordare un evento spiacevole che ti ha visto protagonista durante il Gay Pride di Milano. Raccontaci…

“Premesso che non ho ancora parlato in pubblico di questa cosa perché è stata una cosa seria di cui ho sofferto molto non solo io, ma anche la mia famiglia. E’ stato un vero e proprio incidente e non una gaffe. Per scelta in questi mesi non ne mai voluto parlare. Io dico sempre che nella vita ci sono i cretini e le persone che fanno le cretinate. per cui ho sbagliato! Ero in un momento di grandissimo stress stavo andando a prendere un treno che non potevo perdere. C’erano 40 gradi, ero nervosa e affannata. Ho detto una cavolata molto grave, ma l’errore è stato quella di pubblicarla. La vera cosa grave, oltre al fatto che non sapessi del Gay Pride, è stato l’odio che ho ricevuto. Ho dovuto lasciare Milano. Ricevevo telefonate in cui mi minacciavano di morte. La situazione ad oggi si è sistemata senza che io abbia fatto nulla. grazie al programma le persone hanno potuto capire che non sono né razzista né omofoba”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here