All’apparenza potrebbe sembrare una ventenne qualunque, ma all’anagrafe risponde al nome di Bobbi Kristina Houston, è la figlia della leggendaria cantante Whitney Houston, tragicamente scomparsa tre anni fa a causa di una overdose di medicinali, droga e alcool. La ragazza che sabato scorso è stata ricoverata d’urgenza all’ospedale,  dopo che il marito l’ha trovata senza sensi nella loro abitazione di Roswell in Georgia, sarebbe stata dichiarata cerebralmente morta. Lo scrive il New York Post citando Radar Online che a sua volta ha ottenuto il racconto di un testimone oculare nell’ospedale di Atlanta dove si trova ricoverata la ragazza.

Bobby-Kristina-Brown-in-pericolo-di-vita
Bobbi Kristina Brown, la figlia di Whitney Houston sarebbe cerebralmente morta

Bobbi Kristina: Trovata senza sensi nella sua casa dal marito Nick Gordon

Le circostanze in cui è stata “salvata” Bobbi Kristina ricordano in modo impressionante quelle in cui ha trovato invece la morte la leggendaria interprete di I Will Always Love You. Il compagno Nick Gordon infatti – che la Brown ha sposato nel 013 dopo un fiume di polemiche – ha raccontato di essere rincasato e aver visto la moglie stesa nella vasca da bagno a faccia in giù, quasi annegata. Immediatamente ha chiamato i soccorsi, che si sono precipitati e l’hanno trasportata in una corsa frenetica all’ospedale più vicino per farle ricevere gli adeguati trattamenti farmacologici.

Bobbi Kristina è in condizioni critiche, è stata per molto tempo senza ossigeno, soffrendo di un’emorragia celebrale. Per ora è in uno stato di coma farmacologico indotto, e seppur stabile bisogna continuare a monitorarla. Recuperare completamente sarà dura ma non perdiamo la speranza”. 

Queste sono state le parole del padre Bobbi Brown, cantante r&b e padre della piccola, avuta proprio con Whitney. Una dichiarazione sofferta, quella di un uomo che dopo la perdita della moglie (seppur negli ultimi tempi i due si fossero completamente allontanati) sta vedendo volare via anche la figlia. Misteriose le cause del malore della Brown, e non ancora comprese nemmeno dai poliziotti.

La causa più accreditata del malore di Bobbi Kristina è un’overdose da farmaci, proprio come successe alla mamma Whitney nel 2012

La residenza della coppia è stata infatti setacciata da cima a fondo ma non sono state trovate droghe di alcun tipo. Per ora l’ipotesi più probabile è che, come è stato per la madre star della musica mondiale, anche Kristina sia stata vittima di una potente overdose da farmaci, presumibilmente ansiolitici. La star non ha infatti mai nascosto la sua dipendenza, contro la quale aveva anche deciso di combattere internandosi in una clinica specializzata a metà 2014. Per il padre Bobby Brown potrebbe profilarsi la drastica decisone di dover staccare la spina dei macchinari che tengono in vita la figlia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here