Era da tempo che non avevamo notizie di Martina Stella. L’avevamo lasciata felice e appagata con il suo nuovo compagno, l’hair stylist Gabriele Gregorini, con il quale sono un anno e mezzo fa ha avuto la figlia Ginevra. Tutti pensavamo che la vita sentimentale stesse procedendo a gonfie vele, dopo le travaglie storie con Lapo Elkann e Primo Reggiani, ma a quanto pare non era proprio così. Martina Stella, che è recentemente diventata la nuova testimonial di Cotonella, ha dichiarato pubblicamente, tramite il settimanale Chi, di non stare più insieme a Gabriele. Queste la parole rilasciate da Martina Stella: “Mi ritengo fortunata. Non ho problemi economi, sono una privilegiata. Gabriele sarà sempre il papà di Ginevra e la persona più importante per lei… Ma sono convinta che per la serenità dei figli non bisogna stare insieme a tutti i costi. Io non lo farò. I miei genitori si sono separati da grandi cercando di stare insieme per forza. Ho provato un grande senso di liberazione quando si sono lasciati”.

Martina Stella ha messo fine alla storia con Gabriele Gregorini
Martina Stella ha messo fine alla storia con Gabriele Gregorini

Martina Stella confida che aveva diverse aspettative circa la propria vita: “Sono tradizionale, avrei preferito sposarmi e fare un figlio dopo. Ma la vita ti stupisce, è importante cogliere quello che ti offre anche con un pò di incoscienza”. Dopo la fine della sua relazione con Gabriele Gregorini, che gira il mondo sui set internazionali grazie al suo lavoro di hair stylist, Martina Stella non si aspetta nulla e cerca di vivere giorno dopo giorno. “Mi lascio stupire, con l’instinto della mia parte più selvaggia. Certo, questo comporta dei rischi, l’ho vissuto sulla mia pelle. Ho avuto pochissime storie, tutte importanti. Ora però ho una razionalità differente. Cerco di restare in buoni rapporti con tutti”. Soprattutto con il padre della piccola Ginevra, per la quale Martina sta modificando la propria carriera. Per stare vicino alla bambina, Martina Stella ha deciso di rifiutare diverse proposte cinematografiche che la poteva portare lontano e si è buttata nel mondo della sceneggiatura, tanto che il soggetto del film OOBI le ha già fruttato un premio al Toronto Film Festival.

LASCIA UN COMMENTO