Gossip news: Ilona Staller, in arte Cicciolina, ha scelto di andare dritta al punto e rivolgersi direttamente al Presidente degli Stati Uniti Barack Obama per risolvere un suo problema con gli USA. L’ex pornostar Ilona Staller ha infatti dei trascorsi che non le permettono di tornare nel paese: i fatti risalgono al 1981, come lei stessa ha raccontato al settimanale Chi.

Durante la manifestazione ciclistica “La sei giorni di Milano” fu infatti bruciata una bandiera di scena che somigliava troppo, per i gusti degli americani, a quella degli USA. La provocazione durante lo spettacolo della Staller fu scambiata per una forma di odio nei confronti degli States, pur essendo invece un messaggio contro le Brigate Rosse e il terrorismo. Ne è conseguita la situazione attuale.

Come lei stessa ha detto: “Durante lo spettacolo fui arrestata e prelevata di peso dal palco con l’accusa di aver offeso la bandiera di uno Stato estero, cosa che in realtà non fu perché quella bruciata era una bandiera di fantasia. Venni processata per direttissima, venni assolta, ma rimasi purtroppo nella “lista nera degli Stati Uniti”: non avrei più potuto mettere piede in America pena l’arresto“.

Gossip news: Ilona Staller e la grazia di Barak Obama

Gossip news, Ilona Staller si rivolge al Presidente degli Stati Uniti Barack Obama?
Ilona Staller

Si arriva così al punto cruciale della richiesta di Ilona Staller, che parlando ad Obama dice: “Mi rivolgo a Lei, signor Presidente degli Stati Uniti d’America, per chiedere il Suo aiuto, la Sua clemenza, la Sua attenzione e la Sua paterna comprensione perché mi venga concessa la grazia di ottenere, dopo tanti anni, un visto di ingresso nel suo Paese, cancellando tutto ciò che finora me l’ha impedito“. Il messaggio dell’ex pornostar verrà ascoltato dai vertici americani? Chissà, magari dopo tanti anni la questione può essere finalmente chiarita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here