Fabrizio Corona: Condannato per lo scandalo dei foto-ricatti, carcere o lavori sociali?

Fabrizio Corona, fotografo dello scandalo di Vallettopoli ha ricevuto la condanna definitiva per aver ricattato personaggi del mondo dello spettacolo, minacciando di rendere pubbliche alcune loro fotografie, ma forse riuscirà a scontare una pena alternativa evitando il carcere. Antonio Lamanna, sostituto procuratore generale di Milano, ha permesso a Fabrizio Corona di cercare un lavoro entro i prossimi 30 giorni, in modo da ottenere successivamente l’affidamento ai servizi sociali:  in questo modo, il compagno di Belen Rodriguez non sarebbe costretto a scontare 2 anni e 8 mesi di reclusione. La pena complessiva comprende sia la condanna per i “foto-ricatti” che ben due patteggiamenti e sarà il Tribunale di sorveglianza a decidere del futuro di Fabrizio Corona.


Per evitare il carcere, il fotografo non dovrebbe solo trovare un lavoro ma anche dimostrare di percepire un reddito da questo nuovo impiego. Ma in realtà, i legali di Corona hanno dichiarato che il Re dei paparazzi ha già un lavoro, quello di amministratore unico della sua società. Non dovrebbe essere difficile per Corona, quindi, ottenere il decreto di sospensione che gli permetterà di evitare il carcere prestando servizio per lavori socialmente utili che lo stesso Tribunale di sorveglianza gli assegnerà per i prossimi otto mesi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.