Luca Napolitano: intervista esclusiva – E’ tornato in grande stile con il nuovo singolo “Ci whatsappiamo”.

Luca Napolitano non è più il concorrente che abbiamo conosciuto ad Amici 8. La sua vena da cantautore è decisamente cresciuta, trovando la chiave musicale perfetta. “Ci whatsappiamo” è un brano fresco che racconta l’approccio che tutti abbiamo con la tecnologia. In questi anni un po’ tutti siamo diventati delle persone social, ma meno socievoli.

luca napolitano ci whatsappiamo
Luca Napolitano, nuovo singolo: Ci whatsappiamo

Il brano di Luca Napolitano sostanzialmente è un esplicito richiamo alla semplicità dei rapporti umani. Alla base di tutto si necessita di un ritorno alla comunicazione “reale”. Questi riferimenti sono presenti anche nel videoclip, dove vediamo proprio Napolitano giocare con alcuni oggetti che oggi definiamo vintage.

Luca Napolitano: “Sono diventato un ragazzo che riesce a raccontare meglio la sua vita…”

luca napolitano ci whatsappiamo 2
Luca Napolitano: cover Ci Whatsappiamo

Come nasce “Ci whatsappiamo”, che poi tra l’altro è un’abitudine molto comune tra noi ragazzi. 

“Ci whasappiammo” è il frutto di un lavoro nato due anni fa. Comunque parliamo di un brano scritto da quattro persone. Questo brano però nasce di getto, durante una cena. Un po’ come il film di Paolo Genovese Perfetti Sconosciuti. Sostanzialmente mentre mi trovavo in questo locale noto che la gente parla più al telefonino che tra di loro. Da quel preciso istante è cominciato uno studio sull’evoluzione tecnologica e gli effetti che ha avuto sull’uomo.

Quindi “Ci whatsappiamo” è una sorta di finestra sul nuovo mondo?

Si racconta uno degli aspetti che caratterizza adesso il mondo. Ma considera che il singolo non è completamente rivolto solo a whatsapp. La canzone è rivolta un po’ a tutto, Facebook, Twitter, Instagram. Sostanzialmente mi sono dovuto fermare un attimo e capire i social. Soprattutto perché, a differenza di un diciottenne, io non sono cresciuto con la tecnologia.

Luca Napolitano: “Adesso so esattamente chi sono…”

In questo tuo nuovo lavoro musicale cos’è cambiato invece?

Si cambia perché si cresce, sia da un punto di vista personale che professionale. Adesso ho una nuova consapevolezza di me stesso e so esattamente chi sono. 

Quindi chi è diventato adesso Luca Napolitano?

Sono un ragazzo di trentanni, nato a Napoli e adottato da Roma sette anni fa. Ma soprattutto sono diventato un ragazzo che riesce a raccontare meglio la sua vita, con un’esperienza musicale maggiore. 

luca napolitano ci whatsappiamo 1
Luca Napolitano

Sei consapevole del fatto che dal momento in cui la tua canzone passa in radio diventa di chi l’ascolta?

Certo, ma ti dirò di più: deve essere così! Una canzone è come un figlio. Una volta che arriva al mondo devi comunque lasciarlo andare. Questo spero che accada anche con il mio singolo, perché comunque ho deciso di raccontare un qualcosa che riguarda tutti.

La tua agenda estiva che impegni prevede per questa estate?

Abbiamo già fatto un concerto a Salerno, ma per il resto stiamo allestendo ancora il calendario che aggiorneremo man mano sui social.

LASCIA UN COMMENTO