Floriana Ventura, regista, sceneggiatrice, scrittrice, giornalista. Donna creativa e sensibile attiva nel sociale, presidente dell’Associazione “Movimento mamma per sempre” contro la violenza sulle donne ed i minori. La tematica principale dei suoi film e cortometraggi è la violenza sulle donne, entra nel mondo del cinema indipendente con la “Lucrezia film” con il suo docu-fiction “L’essenza del piacere”. Sceneggiatrice di “Ragazzi dalle ali di cristallo”, autrice del “Santo Graal”, “Panico D’Amore del web” e “L’Ultima Strega”. Quest’ultimo film è stato scritto e diretto da Floriana e tratta la tematica del femminicidio nei tempi remoti. La sua ultima creazione è il film “Un amore strappato dagli occhi di Greta”, denuncia la profonda violenza sulle donne e la violenza blasfema delle istituzioni che da conflitti famigliari fanno un business eclatante. La volontà del movimento “Mamma per sempre” è far riflettere i cittadini sul disfacimento della famiglia, centro fondamentale per la costruzione del Minore. Presto uscirà il suo libro “Il potere. Il signor mangiafuoco”. In esclusiva si confida a GenteVip.

La regista Floriana Ventura si racconta a Gente Vip
La regista Floriana Ventura si racconta a Gente Vip

Floriana Ventura, regista, sceneggiatrice, giornalista attiva nel sociale. In quale ruolo ti riconosci maggiormente?

Mi riconosco nel ruolo sociale, che poi comprende tutto.

Come sei nella vita quotidiana?

Solare, disponibile e mistica.

Qual’è la citazione o frase in cui ti riconosci o ripeti ogni giorno?

Non fare ad altri ciò che non vuoi venga rifatto a te.

Hai scritto e diretto il film “L’ultima Strega”. Cosa hai cercato di trasmettere?

Nel film “l’Ultima Strega” ho voluto dare il senso della donna sopraculturata, sopra le righe dell’epoca, dove il clero ha fatto tacere con il peccato la donna ritenuta “strega”.

Quanto della tua vita entra a far parte delle sceneggiature?

La mia vita è una trilogia dell’essere, entra molto per vicissitudini nei film che metto in atto. La mia vita è una sorta di bagaglio culturale.

Di cosa tratta il tuo ultimo film “Un amore strappato dagli occhi di Greta”?

In questa occasione ho deciso di mettere in opera il film-denuncia tratto da una storia vera che parla di violenze,”Un amore strappato dagli occhi di Greta”. L’obiettivo principale è quello di farlo girare nelle scuole e partecipare a festival, ma in realtà lo scopo primario è quello di risvegliare le coscienze per modificare a livello giuridico molte leggi. Non nego che mi piacerebbe candidarmi politicamente.

Sei presidente dell’associazione “Mamma per sempre”. Di cosa si occupa?

Ho deciso di fondare un’ associazione così è nata “Movimento mamma per sempre”, si occupa delle tematiche crude e delicate odierne sui minori e sulle violenze sia psicologiche che fisiche di molte donne. La speranza è che possa aprire e far uscire dal silenzio le donne coinvolte nelle violenze e chiuse dalla paura. Auspico di organizzare eventi atti a coinvolgere comuni ed altre associazioni per formare una grande famiglia per la difesa dei deboli.

Quali progetti hai per il futuro?

I miei obiettivi futuri? La difesa e la crescita del sentimento dell’amore nelle famiglie tramite spot e cortometraggi. Uscirà anche un mio libro dove tratterò tutte le dolorose situazioni di donne a cui sono stati sottratti i figli ingiustamente, il titolo sarà “Il potere. Il signor mangiafuoco”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO