Segni particolari BELLISSIMO, di chi stiamo parlando? Dell’attore Sergio Arcuri, fratello della nostra Manuelona Nazionale diventata mamma da poco che ha aperto le porte di casa sua a Serena Saitta raccontando la sua vita professionale e sentimentale a 360°. Ma soprattutto ha parlato della sua prima notte di sesso con Belen.

Sergio Arcuri, intervista di Serena Saitta per GenteVip
Sergio Arcuri, intervista di Serena Saitta per GenteVip

Ciao Sergio, che ne dici di raccontarmi di te, della tua vita?

Io in generale mi definisco una persona fortunata, ho avuto molto dalla vita, molte cose belle. Certo, ci sono stati momenti, non dico brutti ma intensi e complicati, tipo l’esperienza in Kosovo che ha fatto sì che entrassi a contatto con un mondo che fino al quel giorno non conoscevo: il mondo della guerra, della morte.

Che bambino/ragazzo eri?

Da piccolo ero molto timido, piangevo sempre e andavo in giro con il mio cuscino. Con il tempo ho superato la timidezza, cioè sono ancora timido ma so nasconderlo bene. Ho imparato a vincere la timidezza e ad utilizzarla a mio vantaggio. Ad esempio sul palcoscenico, di fronte a centinaia di persone, ho veramente paura, però quell’adrenalina che senti, quella tensione così grande, mi da molta concentrazione, quindi la mia timidezza la trasformo in concentrazione e qualità su quello che sto facendo. Non mi sento per niente arrivato, nel corso della mia vita ho cambiato diversi lavori ho fatto tante cose e non credo di aver finito, per esempio uno dei miei obiettivi è quello di mettere su famiglia, fare dei figli che secondo me è uno degli scopi per cui siamo su questo mondo, credo che potrò essere un bravo padre. Dal punto di vista lavorativo farò altre cose, non so se continuerò a fare l’attore o se farò delle nuove cose. Per esempio ho partecipato alla produzione del “Il peccato e la vergogna” ma non come attore ma come produzione e credo che sia un lavoro in cui potrei essere bravo, mi appassiona molto. E’ veramente interessante stare dall’altra parte della macchina da presa, perchè ti rendi conto di tutto, di come funziona il film e lo senti veramente tuo.

Ami uscire? Fare sport?

Preferisco le cene con gli amici, piuttosto che andare in discoteca. Amo fare sport, spesso stò in tuta, adoro fare paracadutismo e mia madre quando sa che mi lancio vorrebbe uccidermi. Mi piacciono i film, ne vedo tantissimi. Amo andare al cinema da solo, sono strano…. non solo mi piace andare al cinema da solo ma amo fare le lavatrici, leggo le istruzioni per non fare errori e non permetto a nessuno di farla per me, voglio assolutamente farla io e sono fiero di dire che non ho mai sbagliato un lavaggio.

Raccontami della tua famiglia..

Siamo 3 fratelli, di cui una la conoscete, è Manuela, poi c’è un altro fratello più grande di me.  Io sono quello in mezzo, che di solito è considerato il più sfigatello di tutti, perchè il primo è il maggiore ed è quello bello, la più piccola è l’unica femmina “bella di mamma” e quello di mezzo non lo considera nessuno! Quando ero piccolo spesso mi mandavano da mia nonna che per me è una seconda mamma.
La cosa divertente di questa nonna, perchè le nonne sono un’invenzione eccezionale e sono nate per viziare i nipoti, è che quando mi portava a cavallo voleva che indossassi un cappello fatto da lei, di lana, spesso 4 centimetri. Lo dovevo mettere anche d’estate. Mia nonna voleva che lo mettessi perchè pensava che sopra al cavallo, essendo in alto, ci fosse vento e io sono pieno di foto, da bambino con questo cappello, mentre sono a cavallo. Considerate che ogni volta che dormo da mia nonna, lei passa in camera mia e mi chiede di farmi il segno della croce, perchè lei è molto religiosa, resta ferma alla porta e non esce finchè non mi faccio il segno della croce e poi mi da la buonanotte. Questo per dirvi: cosa non si fa per una nonna, ma lei ha fatto così tanto per me che questo è il minimo che posso fare.

Che mi dici della tua vita sentimentale?

Ho detto che voglio mettere su famiglia, quindi ti chiederai se ho una fidanzata…. niente! In questo momento sono single, ma single non contento non voglio stare da solo, io vorrei essere fidanzato. Voglio precisare che non amo le storielle del cavolo. Parliamoci chiaro, se vai con una che non te ne frega niente e te la ritrovi nel letto la mattina, come fa a dirle che se ne deve andare via? Ogni tanto capita che mi attribuiscono storielle. Addirittura in un giornale c’era scritto “ecco il nuovo uomo dell’Arcuri”. Indovina chi era quello nella foto con mia sorella? Io! Spesso mi attribuiscono delle belle ragazze: attrici, modelle.

Mi racconti la tua prima volta?

Sono stato fidanzato con Belen, che non è la nostra Belen famosa, ma una mia ex di quando ero piccolo. La mia prima storia d’amore. Insomma ho passato 45 giorni a convincerla che di sesso sapevo tutto, ma in realtà non l’avevo mai fatto. Finalmente lei si convince e preparo tutto: la cenetta romantica, lo champagne. Era una data importante, era la mia prima volta. Tutto perfetto, 12 ore di preliminari, ci spogliamo e ci mettiamo a letto e per 4 minuti mi muovo senza combinare niente, ti posso assicurare che 4 minuti in quei momenti non passano mai sembrano un’eternità. In conclusione Belen mi dice che non sente nulla, io da uomo ferito nell’orgoglio ho dato la colpa a lei che non sapeva farlo, ma in realtà era colpa mia. Quella è stata la mia prima e ultima volta che ho fatto cilecca, poi mi sono ripreso alla grande e mi considero molto passionale.

Da questa lunga intervista è venuta fuori la simpatia del bell’attore Sergio Arcuri, una persona umile con dei valori e soprattutto con un cuore grande.

LASCIA UN COMMENTO