Gossip news – Paolo Bonolis non poteva tacere di fronte alle numerose critiche mosse a Ciao Darwin. Padrino del programma ormai da tantissimi anni si è sentito in dovere di esprimere la sua opinione in merito, difendendo uno show che da tempo ormai diverte e intattiene il pubblico.

Così commenta apertamente: “Le critiche sono basate sul concetto di volgarità ma Ciao Darwin non è volgare: è grottesco e c’è una differenza sottile. Tanti non l’hanno compreso, altri non l’hanno voluto capire“.

Gossip, Paolo Bonolis e la frecciata al mondo della politica italiana

Partendo da questo assunto, il conduttore, da sempre amato dal pubblico italiano, prosegue in una spiegazione intelligente del suo punto di vista sulla questione: “L’esasperazione dei toni, l’esibizionismo, sono condanne grottesche a cui l’umanità viene sottoposta. Cercando di esorcizzarla, mostriamo la realtà: il mondo è questo, anche se non lo vogliamo vedere. Una risata ci seppellirà“, ha affermato durante l’intervista rilasciata a Repubblica.

ciao darwin 7
Ciao Darwin 7

Paolo Bonolis non teme le critiche, specie quelle sprezzanti e prive di fondamenta che, a detta sua, hanno vita breve. Ribadisce il concetto perfino citando una frase di Anton Ego del film Ratatouille. “La critica, anche la più feroce, ha meno vita del più mediocre dei prodotti che va a criticare” e con questo concetto scrolla le spalle di fronte a chi si accanisce. Per giunta, legge un profondo controsenso nel veder attaccato il programma quando ci sono molte cose più gravi per cui sentirsi in imbarazzo, specie in questo momento nel nostro paese. Così, non si risparmia e lancia la frecciata al mondo della politica: “Li sente i rappresentanti al governo? E lei s’imbarazza per Darwin? Le iene chiedevano cos’è la Costituzione, nessuno sapeva rispondere. Sono nostri rappresentanti. E lei si sgomenta per l’esuberanza di certi personaggi?

LASCIA UN COMMENTO