Raoul Bova a L’Intervista si commuove: “Ho rischiato di perderli”

L'attore Raoul Bova protagonista durante una conversazione intima e profonda con Maurizio Costanzo nel corso de l'Intervista

Gossip news Raoul Bova ospite al talk show di Canale 5 “L’Intervista”, condotto da Maurizio Costanzo. L’attore si commuove in diretta tv.

Gossip news: Raoul Bova a cuore aperto. Dopo essersi dichiarato apertamente a Rocio Munoz Morales durante l’ultimo Festival di Sanremo, l’attore italiano si è raccontato a Maurizio Costanzo durante l’Intervista. Ospite nella puntata di giovedì 23 febbraio in seconda serata su Canale 5. Dopo Maria De Filippi, Raul Bova si è lasciata andare ad una conversazione profonda ed intima.

Raoul Bova Maurizio Costanzo l'Intervista gossip tv news canale 5 puntata 23 febbraio
Raoul Bova  l’Intervista di Maurizio Costanzo

Raoul Bova ha svelato i lati più nascosti della sua vita, facendo trapelare retroscena inquietanti sul suo passato, ma non solo.

Gossip news, Raoul Bova a l’Intervista di Maurizio Costanzo

Raoul Bova Maurizio Costanzo l'Intervista gossip tv news canale 5 puntata 23 febbraio
Raoul Bova e Maurizio Costanzo a l’Intervista, gossip news 

Raoul Bova commovente nel corso de l’Intervista da Maurizio Costanzo. L’attore si è raccontato, non senza qualche difficoltà, in diretta tv. Queste le sue parole emozionanti, dritte al cuore del telespettatore. Tra Rocio, famiglia ed un passato tormentato: “Quando è nata Luna, ho accompagnato mio figlio a un allenamento di calcetto. Loro sono figli che non avranno mai meno, glielo ricordo ogni giorno. 

Ho rischiato di perdere la mia ex moglie Chiara e i miei figli nell’attentato al Bataclan. C’era il terrore. Non ho paura a parlare di lei, è una persona di una grande sensibilità ed intelligenza, una madre perfetta. Alessandro, 17 anni, ha un mondo di una profondità incredibile, Francesco, 15, un’allegria straordinaria. Luna è arrivata nel momento in cui avevo tante incertezze, tanti dubbi ed mi ha salvato.

Mi hanno sempre detto che sono il padre perfetto, quello ideale, e questa cosa ha pesato. Io come essere umano ho le mie debolezze, le mie difficoltà e contraddizioni. Sono nato malinconico. Tante cose mi hanno segnato nella vita. Quando ero piccolo avevo poca stima di me stesso. Avevo difficoltà anche a parlare. Sono passato per momenti di troppa sofferenza. Ho bisogno tantissimo della mia solitudine. 

Sono geloso, da buon calabrese, però lo ero molto di più prima. Sono sempre stato fedele fino a un punto in cui ho sentito che la mia storia stava finendo. Ho iniziato a guardami intorno nel momento in cui cercavo delle conferme mie come uomo.

Papà mi dava disciplina. Con mamma c’era più complicità. La mia infanzia è stata molto serena. Anche se ero un po’ irrequieto. Sono un uomo di fede perché ho ricevuto un’educazione cattolica. A un certo punto sono entrato in crisi perché non capivo tante incongruenze, tante contraddizioni della chiesa. Quando ho fatto San Francesco ho trovato la mia giusta fede. Mi sento francescano”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.