Barbara D’Urso gaffe con la terza classificata a Miss Italia 2017

Barbara D’Urso gaffe con Samira Lui

Pomeriggio 5, Barbara D’Urso si è resa protagonista di una gaffe nei confronti della terza classificata di Miss Italia 2017. Durante una puntata di Pomeriggio 5, la conduttrice Barbara D’Urso è inciampata in una gaffe mentre intervistava la terza classifica di Miss Italia di origine senegalese. La ragazza, Samira Lui terza classificata nel concorso di Miss Italia 2017 era ospite nel salotto di canale 5, per replicare sul fatto di essere stata  penalizzata in quanto gli è stata data l’etichetta di “ragazza senegalese” da parte di  Francesco Facchinetti durante il concorso nazionale di bellezza femminile.

Barbara D'Urso gaffe con la terza classificata a Miss Italia 2017
Pomeriggio 5, Samira Lui, terza classificata a Miss Italia 2017

Ma la conduttrice tv ha nuovamente rincarato la dose, ponendo questa domanda: “Non mi viene la parola in italiano, sapete che so bene l’inglese. Tu che lingua parli?”. Miss Italia Chef 2017 ha prontamente replicato: “Io parlo italiano!”. Il popolo del web si è indignato accusandola di essere poco professionale e razzista.

Barbara D’Urso gaffe a Pomeriggio 5

Samira Lui sostiene di essere stata discriminata durante il concorso, quando Facchinetti l’ha chiamata “Ragazza del Senegal”. In realtà la ragazza è italiana a tutti gli effetti pur essendo di origine senegalese. È nata in Friuli Venezia Giulia 19 anni fa.

Barbara D'Urso gaffe con la terza classificata a Miss Italia 2017
Barbara D’Urso gaffe a Pomeriggio 5

E’ residente a Udine. Si è diplomata come  perito tecnico nel settore dell’edilizia, e Samira attualmente è iscritta all’Università per studiare cinema ma nel frattempo si mantiene lavorando come hostess.

La collezione di gaffe di Barbara D’Urso

Ma la conduttrice di Mediaset Barbara D’Urso ha collezionato non è nuova alle gaffe. Nella prima parte della puntata si affrontava il tema degli insulti razzisti ricevuti dalla velina di colore di Striscia la Notizia.  È caduta, commettendo la prima clamorosa e sconcertante gaffe: “Una velina nera, di colore, negra, chiamatela come volete…“.

Questa prima affermazione insieme alla seconda l’hanno definita come razzista e poco sensibile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.