Lucio Presta: “Paola Perego è stata cacciata dalla Rai per punire me!”

Il programma di Paola Perego su Rai Uno è stato cancellato. La conduttrice in una recente intervista ha dichiarato di essere stata fatta fuori per colpire il suo compagno e agente Lucio Presta. Ora, proprio quest’ultimo dice la sua sull’accaduto.
Presta ha dichiarato dalle pagine del settimanale “A”:

“Ho pagato i miei no nel modo peggiore. Per punire me hanno deciso di punire la donna che amo e che voglio sposare…Ma fatemelo dire, un atto così si può bollare soltanto come meschino”.


“In Rai troppo spesso – ha proseguito l’agente – sono altre logiche a guidare le scelte”. Sembra che la diatriba sia partita proprio dall’ultimo Festival di Sanremo. Pare che in Rai qualcuno aveva pensato a ben altri conduttori, ma Lucio Presta ha imposto le sue idee e ha detto di no e adesso ne starebbe pagando le conseguenze la sua compagna Paola Perego, cancellata dai palinsesti della tv di Stato: “Noi avevamo un progetto e su quel progetto abbiamo puntato le nostre fiches. Poi i risultati ci hanno dato ragione” ha spiegato Presta che alla domanda se sarà o meno coinvolto nel prossimo Festival di Sanremo, ha risposto: “Non lo chieda a me, io non ho risposte. Al massimo ipotesi. Forse il successo che ho portato interessa ad alcuni e non a tutti. O, forse, sono convinti che ci sia gente più brava di noi. Stanno in alto mare? Io direi, come si dice a Roma: ‘Stanno a carissimo amico’. Ma non dovendomene occupare, non sono interessato a quello che accade. Sanremo resta una ridente cittadina della riviera ligure e quattro esperienze una più bella dell’altra e una più di successo dell’altra”.


L’agente ha anche dichiarato che toglierebbe i reality dai palinsesti Rai ed ha rivelato cosa gli piacerebbe vedere in tv: “Sicuramente metterei più Benigni. L’ha ascoltato nell’esegesi di Fratelli d’Italia? Quello non era l’inno che sentiamo alle partite. Quella era arte pura. Quella resterà l’evento dei festeggiamenti dei 150 anni: 50 minuti ininterrotti, con 19 milioni e mezzo di persone che non si sono staccate dal video nemmeno per bere un bicchiere d’acqua. Roberto aveva intercettato la coscienza del popolo e aveva toccato i nostri cuori. Lui guadagna il giusto. Non è guidato dal denaro, punta alla proposta artistica, si fa coinvolgere dall’esperimento. Da Fazio e Saviano è andato gratis: non voleva rinunciare a quello che in quel momento sembrava qualcosa di nuovo e interessante. Io, quando Roberto lavora, non mi allontano mai a più di quattro metri. Lo guardo, lo ascolto: sul palco è un fuoriclasse assoluto. È Pelè, Maradona e Messi insieme. Roberto è un genio assoluto: inarrivabile”.

Alla fine Presta ha anche parlato di Belen Rodriguez non risparmiandole una tiratina d’orecchi a proposito della famosa vicenda del viaggio a Eurodisney con Fabrizio Corona e il figlio che quest’ultimo ha avuto dall’ex moglie Nina Moric: “Sono contrario alle cose ridondanti. Se uno deve andare in vacanza con il compagno e con il figlio del compagno, non c’è bisogno di metterlo in piazza. Ecco la cosa che rimprovero a Belen: troppa visibilità sul privato. Glielo dico sempre con grande chiarezza e il giorno che non dovesse starmi più bene il suo comportamento sarei come al solito franco e diretto. Non c’è nessun obbligo per continuare a lavorare insieme. Lei e la cocaina? Una storia chiarita, chiusa. Belen è inciampata una volta sola, quattro, forse cinque anni fa. Ma non si giudica la vita di una persona da un episodio. E poi io su Belen ho scommesso e continuo a farlo: l’ho portata a Sanremo e avevo ragione. Avevano tutti un’idea riduttiva di Belen. Dicevano: ‘Tanta immagine, poche qualità artistiche’. Mi sono impuntato, sapevo che aveva doti e le ho dato modo di dimostrarlo. Ha i numeri, ha le carte in regola per diventare grandissima, ma adesso tutto dipende da lei: se vuole fare una carriera deve studiare, lavorare, impegnarsi”.

Viral video by ebuzzing

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.