Luciana Littizzetto pochi giorni fa è stata ospite al Giffoni Film Festival. La simpatica attrice comica non ha avuto peli sulla lingua e ha parlato a ruota libera di alcuni colleghi, in primis del suo compagno di avventure Fabio Fazio: “Lavoro bene con gli stoccafissi come lui.


Non potrei mai fare ‘Zelig’, anche se Claudio Bisio è un amico: lui è un comico come me, accanto a lui perdo potenza”. Ma la stoccata più forte Lucy la riserva alla regina degli ascolti Mediaset: “Non ho problemi a dire che Maria De Filippi, donna intelligentissima, fa dei programmi schifosi”.
La vulcanica irruenza della Littizzetto non ha risparmiato nemmeno Paolo Bonolis, anche lui ospite al Giffoni: “Paolo parla di qualità in tv? Suona strano, detto da uno che ha fatto un programma come ‘Peter Pan’: gente travestita da Ape Maia che va a schiantarsi contro i pali della strada”. E riguardo ai colleghi comici ha detto: “Non mi piacciono quelli che devono per forza fare gli scemi, ma non mi piacciono nemmeno i capipopolo. Beppe Grillo? Un saggio, ma nella sua professione c’è stata una pericolosa inversione di rotta e ora è tutto un casino”.



Per Luciana, che ha sostenuto di voler rimanere a lavorare in Rai (“Non ho ancora firmato perchè lì sono sempre un po’ lenti, sai, per cercare la biro occorre tempo, ma credo non ci siano problemi. Per me, comunque, la Rai rappresenta il posto della gente normale”), nel prossimo futuro si prospetta anche un importante impegno cinematografico: “A settembre farò un film con la regia di Lucio Pellegrini, tratto dal romanzo di Nick Hornby ‘E’ nata una star’, ma la star non sarò io. In tv, invece, me la canto e me la suono da sola e a volte mi prendo anche qualche querela, ma fa parte del gioco. Non è vero che non c’è libertà in tv, bisogna solo avere il coraggio e la sfacciataggine di dirla”.  E lei a quanto pare ce l’ha…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here