Mawazine 2015 – Sembra che non sempre le tinte grintose e ribelli delle popstar siano apprezzate. Quantomeno non in tutti i paesi. Ancora non dimentichiamo l’incidente diplomatico di Miley Cyrus in Messico, ma quella volta qualcosa di scandaloso c’era stato davvero: la cantante aveva utilizzato in modi impropri la bandiera messicana. Jennifer Lopez, al contrario, non ha fatto nulla di tutto ciò eppure ora si ritrova coinvolta nelle accuse da parte del governo del Marocco, che ha giudicato inaccettabile e riprovevole la sua esibizione.

jennifer-lopez-mawazine-2015-foto Jennifer Lopez troppo sexy: spettacolo inaccettabile per il Marocco
Jennifer Lopez Mawazine 2015

JLO: Il governo del Marocco ritiene il suo show riprovevole

Che cosa avrà fatto mai la cantante e attrice per meritarsi simili reazioni? Nulla di diverso dal solito: body succinti, danze sfrenate e tanta energia nella sua esibizione. Troppi lustrini? Gambe troppo in vista? Ancora non è chiaro cosa abbia dato più fastidio al governo, eppure il danno ormai è fatto. Mostafa El Khalfy, ministro delle comunicazioni nelle vesti di portavoce dell’intero governo, ha dichiarato l’inaccettabilità dello spettacolo e alla sua voce se ne sono aggiunte subito altre. A levarsi è stata soprattutto l’ira del Partito della Giustizia e dello Sviluppo (Pjd). Un deputato di esso, Abdessamad Al Idrissi, si è espresso rabbiosamente su Facebook scrivendo:

“Non possiamo rimanere in silenzio di fronte a questa vergogna, un assalto ai valori del popolo e della nazione”

L’esibizione di Jennifer Lopez al Mawazine Festival scatena gli islamisti

Queste sono invece le parole del ministro Al Jalfi diffuse tramite Twitter:

“E’ riprovevole e inaccettabile, oltre che contro la legge che lo spettacolo sia stato trasmesso sulla televisione pubblica 2M”.

Insomma, un vero e proprio scandalo dettato dalle esibizioni di Jennifer al Mawazine Festival di Rabat. La cantante, da parte sua, continua a ringraziare i fan per il sostegno e per l’affetto a lei dimostrato. Di certo nessuno pensava che la sua performance avrebbe generato il panico nei piani alti del governo marocchino, né tanto meno che i suoi outfit e i suoi stacchetti sarebbero stati letti al pari di un insulto alla nazione. Di certo i toni utilizzati sono decisamente pesanti e persino giudicabili come spropositati. Come si risolverà il tutto?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here