Fabrizio Corona: “L’anno prossimo sposerò Belen e Nina non potrà impedirmelo”

Fabrizio Corona   lo scorso 27 settembre non si è trovato l’accordo in tribunale con la sua ex moglie Nina Moric,  quindi niente sentenza di divorzio. A Fabrizio servirebbe per poter finalmente sposare la nuova compagna Belen Rodriguez. Ma la Moric si è messa di traverso: “Nina un giorno sembra d’accordo con me e accettare le condizioni economiche decise insieme, poi in udienza dice di no. E’ fatta così”, racconta l’ex agente fotografico al settimanale “Top“. Fabrizio comunque non è certo uno che molla facilmente: “Questo non mi impedirà di realizzare i miei sogni e non farà slittare i miei appuntamenti sul calendario”, dice. Ed è sicuro di riuscire ad ottenere le carte necessarie molto presto: “Dal primo dicembre io e Nina Moric saremo ufficialmente divorziati”.


Dal momento che il 27 settembre non siamo riusciti a trovare un vero accordo, il giudice ha deciso di darci altro tempo per poter concordare il giusto punto d’incontro”. Poi le nozze con la Rodriguez: “Ci vogliamo sposare al cento per cento. Ne parlavamo proprio l’altra sera a cena. Lo faremo sicuramente col caldo: a maggio, giugno o settembre del prossimo anno”. Dove? “Io vorrei sul lago, magari con una festa in una bella villa. Belen è più riservata di me e, quindi, forse preferirebbe qualcosa di meno mediatico. Ma voi mi conoscete…”.
Infine, Corona ci tiene a precisare che lui l’assegno mensile per il figlio Carlos lo ha sempre pagato, nonostante Nina Moric abbia più volte detto di non aver ricevuto le somme di denaro stabilite: “Ha sempre detto che non do i soldi, ma non è così: ci sono i bonifici che le invio a testimoniarlo. Ma io sono più signore e non porto davanti a tutti le prove per dimostrare che lei dice bugie. E’ pur sempre la madre di mio figlio e non ho voglia di gettare benzina sul fuoco”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.