Ormai quasi un anno fa, Ellen Pompeo è diventata mamma per la seconda volta. La star protagonista della serie medical più popolare degli ultimi anni, Grey’s Anatomy, non ha però mai parlato molto della sua esperienza, che ha condotto alla nascita di Sienna May. Già madre di Stella Luna, l’attrice e suo marito, Chris Ivery, hanno deciso di tenere un profilo basso sull’argomento, per amore della privacy e del rispetto dei bambino. Adesso, però, a distanza di un po’ di tempo, è lei a raccontarsi, svelando i dettagli e le critiche ricevute. Critiche per cosa? Per aver scelto di avvalersi di una madre surrogata.

Ellen-Pompeo-foto
Ellen Pompeo (foto)

Ellen Pompeo non affronta di nuovo il caso Dempsey: “La vita va avanti fuori dal set, figurarsi dentro”

Le sue dichiarazioni, riportate da Vanity Fair, arrivano dal post-Taormina Film Fest. Le parole della talentuosa Pompeo, che ha ormai cucito addosso il ruolo di Meredith Grey, spaziano su diversi argomenti. Non possono non toccare lo spinoso argomento della dipartita di uno dei personaggi più amati, Derek Shepherd, sebbene ormai se ne sia discusso ampiamente. “Ci siamo amati per undici stagioni. Non a tutti capita questa fortuna”, ironizza, alludendo a Patrick Dempsey e alla loro amicizia. Non vuole approfondire la presunta vicenda del tradimento di lui, che Ellen avrebbe denunciato al resto dello staff. Evita l’argomento e più saggiamente continua dicendo: “La vita va avanti fuori da un set, figurarsi dentro. Io posso ben dirlo: ho perso mia madre Kathleen che non avevo neanche 5 anni, eppure sono qui”.

Ellen Pompeo giudicata male per essersi rivolta ad una madre surrogata

I fan della serie, intimoriti dall’andamento della storia, temono che anche lei abbandonerà lo show. Ellen Pompeo ci tiene però a precisare d’aver firmato il contratto per 12 stagioni: nella prossima, quindi, la vedremo sicuramente. Poi quel che accadrà è un mistero anche per lei, ora concentratissima tanto sul lavoro quanto sulla famiglia. Riguardo ad essa, non sempre l’attrice ha avuto il sogno d’avere dei figli suoi, eppure oggi le cose sono ovviamente cambiate:

“Da ragazza facevo la babysitter, non pensavo ne avrei avuti di miei. La voglia è venuta con Chris. In qualunque modo poi arrivino – naturale, con la fecondazione, grazie all’adozione, per una benedizione – dove c’è il vero amore, politica e pregiudizio non dovrebbero avere voce in capitolo”.

Ellen Pompeo e la scelta dell’utero in affitto: presa per motivi di salute

E’ chiaro che queste sue ultime affermazioni fanno riferimento a quanto già accennato, ovvero alla critica di alcuni riguardo la sua scelta di prendere un utero in affitto. Pur senza sentire il bisogno di giustificarsi, la Pompeo spiega così la sua decisione:

“Motivi di salute: venivo da un cesareo, e il medico si è raccomandato. Più si va avanti con l’età, più un intervento, anche piccolo, diventa pericoloso. A 44 anni, questo era il modo più sicuro per me per diventare di nuovo mamma. La chirurgia è come volare: nella maggior parte dei casi tutto fila liscio ma, potendo, eviti. Sul privato nessuno dovrebbe mettere bocca”

Ellen sceglie di non parlare della madre surrogata per rispetto nei suoi confronti, ma dichiara che l’esperienza vissuta è stata bellissima. Per quanto riguarda la sua secondogenita, Ellen dice che “appartiene all’universo” e che se non l’avesse voluta non l’avrebbe avuta, quindi non sussiste alcun tipo di differenza tra lei, cresciuta nel grembo di un’altra, e la sua prima figlia. Un certo tipo di giudizi e di critiche restano inconcepibili, ma Ellen Pompeo non ci bada troppo: lei è felice delle sue scelte e della vita con la sua famiglia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here