Cinema news –  Claudia Gerini trasgressiva nel film Tulpa” con il ritorno alla regia di Federico Zampaglione dei Tiromancino in un thriller bollente, omaggio al giallo all’italiana modello Dario Argento. Una pellicola stracarica di sensualità, perdizioni mortali, in cui la protagonista sfoga i suoi caldi istinti in un club, dove i soci iniziano a morire misteriosamente.

Il film, ambientato in una Roma astratta e notturna, è imperniato su s*sso, droga e carriera, in una maniera tale che lo stesso regista lo definisce come “un pugno nello stomaco”. Narra la storia di una manager di successo, Lisa Boeri, interpretata dalla stessa Gerini, senza legami affettivi, dedita esclusivamente alla carriera, dall’insospettabile doppia vita. Di notte infatti diviene assidua frequentatrice di un trasgressivo club privato, “Tulpa”, dove scatena le sue “particolari” passioni. Quando però i suoi amanti iniziano a morire tra orribili supplizi in una sequela di omicidi, la donna inizia ad indagare personalmente. Le conseguenze saranno inimmaginabili. Federico Zampaglione riabbraccia lo stile horror, in cui si era già cimentato con “Shadow” (2009), proponendo un cast che, oltre a Claudia Gerini, annovera anche Michele Placido e Ivan Franek.

Claudia Gerini, in un’intervista rilasciata a Sky Cine News, ha spiegato che “Tulpa”(un termine della lingua tibetana, usato in ambito buddhista, soprattutto meditativo) rappresenta anche la parte oscura di tutti noi: “Per me significa anche disubbidire a noi stessi, non camminare su binari sempre dritti“.

close

Iscriviti alla NewsLetter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie pubblicate da GenteVip

Manteniamo i tuoi dati riservati e condividiamo i tuoi dati solo con terze parti che rendono possibile questo servizio. Leggi la nostra politica sulla privacy.

1 commento

  1. E chi se lo perde un film così. Claudia in questa versione inedita è un vero schianto, favolosa per bellezza e maliziosamente saffica in alcune scene. Complimenti a tutti gli attori (e che attori) bravissimi un plauso al maestro regista per una pellicola che si annuncia strepitosamente bella. Cosa altro aggiungere…che il vero peccato è non vedere questo film e non ammirare la Gerini in queste meravigliose scene.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.