Indimenticabile, straordinario e pieno di emozioni, proprio come le sue canzoni: Cristiano Malgioglio è uno degli artisti italiani che è riuscito a imprimere magistralmente nelle note sentimenti che tutti abbiamo vissuto e che accompagnano quotidianamente le nostre storie d’amore. Non solo cantante dall’inconfondibile voce vellutata e toccante, ma anche profondo cantautore; sue l’eterne “Ancora ancora ancora“, “L’importante è finire“, “Scandalo“, “Cara Mina ti scrivo” e “Maledizione io l’amo“. Lo si può definire un poeta della musica, perché il suo non è solo un coniugare testi e ritmi, ma un creare delle vere e proprie opere d’arte che ogni volta lasciano il segno. E lo ha fatto attraverso le voci di Mina, Giuni Russo, Patty Pravo, Iva Zanicchi, Rita Pavone, Stefania Rotolo, Adriano Celentano, Pupo, Ornella Vanoni, Marcella Bella, Dori Ghezzi, Rosanna Fratello, Umberto Balsamo, Franco Califano ed altri, scrivendo i loro più grandi successi. Cristiano Malgioglio sa farsi amare da tutte le generazioni, anche dai più giovani, e non solo in Italia ma anche all’estero, soprattutto in America Latina e a Cuba. Ha partecipato a numerosissime trasmissioni televisive, come “Casa Rai Uno“, “Casa Chiambretti“,”I raccomandati“, “Quelli che il calcio“, ha preso parte ai film “Di che peccato sei? e “Viva l’Italia” e molti lo apprezzano come opinionista, perché è sempre disposto a dire la sua, apertamente, senza mai fare giri di parole. Si sta per concludere il suo impegno al Grande Fratello 14, come opinionista al fianco di Claudio Amendola: una coppia, o meglio un “duo”, che si sta rivelando veramente vincente e che sta regalando al programma un tocco in più, una grinta che sta facendo salire gli ascolti. In questi giorni ha dato vita al suo nuovo prodotto discografico, “Iconic Fifties“, un doppio album (il 41esimo della sua felicissima carriera) che vede Cristiano rivisitare alcuni brani americani degli anni 50′. Nel secondo album, invece, Malgioglio, ha rivissuto alcuni successi dei più grandi artisti dell’America latina. Tra i brani ricordiamo Mambo italiano, Buonasera Signorina, La vie en rose e la doppia versione di Oh! Marie e la versione in spagnolo di Carne viva. Un album che avrà sicuramente un grande successo. Cristiano Malgioglio in esclusiva a Gente Vip.

Cristiano Malgioglio intervista esclusiva a Gente Vip
Cristiano Malgioglio

Cristiano Malgioglio Regina del Grande Fratello 14

Chi è il più papabile vincitore del Grande Fratello?

Cristiano Malgioglio intervista esclusiva a Gente Vip 4
Cristiano Malgioglio intervista

Sicuramente tutti, perché hanno fatto un reality molto interessante. La mia preferita rimane Federica, tifo per lei. Non mi piace  assolutamente Alessandro: molto aggressivo, sopra le righe, calcolatore. Non mi piacciono questi tipi di persone, secondo me doveva uscire alla terza puntata. E’ stato solo fortunato all’ultima puntata, perché se fosse andato in nomination insieme a Jessica sarebbe uscito fuori immediatamente. Lui come personaggio, insieme a Rebecca e Lidia, non sono molto amati da questo reality.

Tra i finalisti, chi ha fatto il miglior percorso di gioco?

Sicuramente Simone e Federica.

Il concorrente che ti ha deluso di più?

Rebecca. Tifavo per lei sin dall’inizio: bellissimo personaggio, ma poi si è rivelata quella che è. Se fosse stato prete e io mi fossi confessato a lei, avrebbe raccontato tutti i peccati in giro. Ha deluso un po’ tutti.

Credi nelle storie d’amore che nascono all’interno di questi reality?

No, nessuna storia d’amore è vera. Non appena finirà il reality, tutti andranno per la loro strada. Si rovinerà tutto, forse per le lontananze, perché non abitano nelle stesse città e perché sono storie finte: vogliono solo fare creder al grande pubblico che sono innamorati. Uno come me non ci casca: davanti alla luci, alle telecamere, ai riflettori giocano bene, hanno delle belle strategie… l’amore è un’altra cosa.

Come ti sei trovato a lavorare a tu per tu con Claudio Amendola?

Cristiano Malgioglio e Claudio Amendola
Cristiano Malgioglio e Claudio Amendola

Molto bene, all’inizio non ci conoscevamo. Durante le ultime puntate ho notato un bravo compagno: gli chiedevo sempre dei consigli, se fossi andato bene o male durante le mie risposte. C’è stato solo quel momento di scaxxo dell’altra volta, ma sono cose che possono succedere: tutti ci volevano divisi e invece siamo sempre ritornati e non abbiamo avuto mai momenti di stanchezza. Anche se molti dicono che non ci siamo sopportati non è affatto vero. E’ un grande compagno d’avventura e una persona stupenda. Tutti lì dentro sono meravigliosi, a partire dagli autori che sono persone straordinarie; devo ringraziare molto Endemol e Canale 5 che mi hanno dato questa possibilità. Certo, avrei voluto dire molto di più, avrei voluto essere Malgioglio quello cattivo, quello vero. Sono vero lo stesso, però purtroppo devo entrare e aspettare sempre il mio turno, se arriva bene, se non arriva devo stare zitto: questo è il format che vogliono gli autori. E bisogna rispettarlo. A volte quando faccio scena muta non è perché lo voglio fare.

E con Alessia Marcuzzi?

Conferenza stampa Grande Fratello 14

Bene, bellissimo rapporto, mi piace molto lavorare con lei. Brava presentatrice, elegante, stupenda. Mi piace molto lavorare con le donne. Lei è molto simpatica e molto professionale.

Pensi che questo contest sia ancora attuale e possa interessare veramente al pubblico, o sia ormai superato?

Non è superato per niente. Abbiamo avuto un bellissimo audience di telespettatori: tre milioni o tre milioni e mezzo di ascoltatori alla settimana, tutti giovani, dove è che li vai a pescare? La concorrenza, X Factor, ci ha portato via un po’ di giovani, sicuramente si sarebbero sintonizzati con noi. Meglio questo reality che ci ha raccontato delle storie bellissime. Questi format di talent che ci sono oggi, invece, ci hanno un po’ rotto le scatole.

Sei molto diretto, sincero e deciso, e non temi mai di esprimere la tua opinione, a costo di apparire a volte “antipatico”. Da dove proviene questa tua sicurezza?

Perché sono una persona semplice, non sono costruito, sono Cristiano Malgioglio.

Riesci a vederci “lungo” e le tue previsioni sono molto spesso “azzeccate”: una dote naturale o il frutto della tua esperienza di vita?

Sono un uomo libero, esprimo le mie idee, sono sempre stato così, sin da ragazzino.

Cosa cambieresti di questo programma?

Niente, lo lascerei così. Il format se perdura bisogna rispettarlo. Mi piacciono molto le storie, perché ognuno dei ragazzi, dietro l’apparenza, ha delle storie molto forti, dure. Certo, mi sarebbe piaciuto vedere qualche personaggio molto intelligente, più colto. Però è andata bene anche così. Il GF, al di fuori di quello che dicono che sia vecchio o meno, è un programma di 14 anni:  è molto giovane, è un ragazzino. All’estero ci sono programmi che durano da 50 anni. Meglio un Grande Fratello che uno dei programmi orrendi che siamo abituati a vedere in televisione.

Dopo l’Isola, parteciperesti a un reality show come concorrente?

Ho già fatto l’Isola dei Famosi, ma non lo ripeterei mai al mondo. Se invece si facesse Grande Fratello Vip vorrei andare a provare, perché sarebbe il divertimento e lo spasso dei telespettatori.

Cantante, cantautore, showman e grande uomo di spettacolo: hai fatto fatica ad adattarti a un ruolo che limitava un po’ la tua creatività e la tua espansività?

No, Grande Fratello è stata una bellissima prova, anche se io avevo detto che non volevo fare più l’opinionista. Ma io l’ho fatto al GF perché volevo volevo conoscere le persone, le storie. Per me è molto facile fare l’opinionista se parlo di canzoni, di cinema, di musica perché è la mia vita.

Ripeteresti questa esperienza?

Molto, speriamo che mi vogliano. Ringrazio Endemol e Canale 5 e mi piacerebbe ripercorrere questa esperienza.

La tua carriera è ricca di successi e di grandi conferme: in quale delle tue attività ti identifichi di più?

Nell’artista, nell’autore. A volte mi fa molto male quando si dice “Ah Malgioglio, quello che ha scritto “Gelato al cioccolato” o “Sbucciami”; ma questi dovrebbero ricordarsi anche che sono l’autore di bellissime canzoni italiane, come “Ancora ancora ancora”, “L’importante è finire”, “Cocktail d’amore”, quante ce ne sono, e le ho scritto quasi tutte per le donne. Vorrei vedere chi è capace di lavorare per 40 anni e essere amato da tutte le generazioni. Anche da quella nuova e questo è molto bello: mi fermano, mi salutano, per quante foto faccio mi è venuta la cervicale (spostando il collo… ride, n.d.r.)

C’è qualcosa che non hai mai sperimentato nel tuo lavoro e che vorresti realizzare?

Sicuramente fare un film con Pedro Almodovar, l’ho sempre sognato. Ma se dura altri due anni questo sogno, dovrei fare il nonno; mi sceglierebbe come nonno-gay. Lo amo molto.

Con quale tua canzone descriveresti la tua vita adesso?

Le mie canzoni sono tutte canzoni d’amore; penso con “Cocktail d’amore”.

Malgioglio nella vita di tutti i giorni.

Sono come una straordinaria casalinga disperata. Vado al mercato, mi fermo a parlare con le signore: come se uno come me non dovesse mangiare, non dovesse andare al supermercato. Io sono molto abitudinario, vado nello stesso ristorante vicino casa, al cinema sempre nella mia zona. Mi muovo con i miei amici e detesto i grandi ricevimenti, non amo i ristoranti di lusso, mi piacciono le trattorie. Sono una persona molto semplice, poi quando sono davanti allo schermo, mi trasformo e allora lì c’è la star, la diva.

Malgioglio e l’amore.

Ho avuto moltissime storie d’amore,  tantissime, bellissime. Molte storie le ho abbandonate io, altre volte mi sono lasciato abbandonare. Non amo la solita routine: meglio avere un’amante ogni mese che avere una persona che ti rompe le scatole tutti i giorni. Voglio innamorarmi sempre. Se mi innamoro sempre allora sono felice, sono sereno con me stesso. Se dovessi avere una storia duratura con la stessa persona penso che mi tirerei un colpo in testa. Cambiare per essere felice. Forse non è un buon esempio, ma io non sono un traditore.

Progetti futuri?

Proprio in questi giorni  è uscito il mio disco, si chiama “Iconic”, è un doppio album: è un disco bellissimo. Andrà in 7 paesi e sono molto contento. Anche se non dovessi vendere un disco penso di essere meglio di tanti cani che sono in circolazione.

Cristiano Malgioglio proprio in queste ore ha voluto ringraziare così i suoi fan: “Grazie amici di Instagram per avermi vestito da REGINA. LOVE. #gf14“.

LASCIA UN COMMENTO