Gossip Mammoni. E’ una tipa tosta e con la battuta sempre pronta Waima Vitullo. Romana doc, ha avuto modo di farsi conoscere dal grande pubblico per la sua partecipazione in veste di papabile fidanzata di Antonio De Martino, all’ interno del reality di Italia Uno “Mammoni”.
Ed è proprio nei confronti del mammone pugliese che la Vitullo lancia velenose frecciatine…

Waima, chi o che cosa ti ha spinto a partecipare ai “Mammoni”?

Mesi fa un mio caro amico mi chiamò al telefono e mi chiese se potessi essere interessata a fare un provino per questo programma. Secondo lui ero perfetta per parteciparvi dal momento che sono una ragazza molto romantica e soprattutto in costante ricerca del vero amore e del principe azzurro. Ho superato il provino e sono così approdata nel cast del programma che tanta notorietà mi ha donato.

Già alla prima puntata il tuo mammone prescelto, ovvero il barese Antonio De Martino, ti ha eliminata, ma tu non ti sei data per vinta e sei riuscita ad entrare in gioco due “appuntamenti” dopo, salvo poi, una volta che ti ha eliminata definitivamente dalla cerchia delle sue corteggiatrici, inveire ferocemente contro di lui. Che è successo?

E’ successo che io, da autentica romanticona quale sono, come ti ho già detto chiaramente poco fa, avevo iniziato a dipingere Antonio come un vero gentleman o ancora come un maschio di altri tempi, capace di far sentire amata, desiderata e realmente apprezzata una donna come me. Ma, una volta che sono arrivata a Bari, la sua città, ho potuto constatare che lui visto da vicino e soprattutto nella sua quotidianità, è un uomo ben diverso. Purtroppo!

Che vorresti dire?

Vorrei, anzi voglio dire, che Antonio non lo posso definire maturo, né tanto meno cortese, dal momento che non sa rapportarsi come si deve con le donne. E ti dirò di più: alcune volte mi sono sentita trattare come un oggetto e non come una persona! E questo, a mio modesto parere, è a dir poco inaccettabile oltre che lontano anni luce dalla mia comprensione umana!

E della madre che mi dici?

Mi ha fatto cadere le braccia pure lei: è troppo pesante nei confronti del figlio. Inoltre credo che se Antonio sia un uomo arrogante e talora persino maleducato nei confronti del gentil sesso, la colpa sia anche sua dal momento che lo ha educato lei.

Come tu stai educando tuo figlio…

Ovviamente sì! Il mio Gabriele che ora ha due anni è la luce dei miei occhi!

Che tipo di mamma sei?

Iperprotettiva direi. Sai, faccio tutto per lui e non mi pesa affatto crescerlo da sola, dal momento che suo padre mi ha lasciato quando era ancora piccolissimo.

Si capisce che sei una donna molto forte, sebbene sensibile e romantica, come hai più volte dichiarato durante la nostra chiacchierata. Ma questa tua indole caratteriale da dove viene?

Dalla mia famiglia che è molto unita. I miei genitori mi hanno cresciuta impartendomi i veri valori della vita, senza farmi mancare nulla. Trascorrevo molto tempo con loro quando ero adolescente. Poi all’improvviso mio padre è venuto a mancare e mi è crollato il mondo addosso. Tuttavia è rimasta forte in me la sua gioia nei confronti della vita che è davvero contagiosa. Mi auguro di riuscire a trasmetterla anche al mio adorato bimbo!

Credito fotografico: Michele Simolo

LASCIA UN COMMENTO