Gossip news – Simona Ventura al Grand Hotel Chiambretti ancora contro Alfonso Signorini senza peli sulla lingua, ne sudditanza psicologica. Simona Ventura semplicemente non dimentica il dolore.

Ieri, martedì 19 aprile, in seconda serata su Canale 5, è andata in onda una nuova puntata del “Grand Hotel Chiambretti” con ospite l’ultima eliminata dall’Isola dei Famosi 11, Simona Ventura.

Simona Ventura e Piero Chiambretti Grand Hotel Chiambretti
Simona Ventura e Piero Chiambretti

Tutto ciò che ho fatto, anche quando sono stata, secondo alcuni, all’inferno, l’ho voluto io, perciò non ho né rimpianti né rimorsi. Tornerei sull’Isola con Signorini perché lì, davanti al dolore vero, alla fatica vera, probabilmente anche il suo modo di vedere le cose cambierebbe e darebbe meno giudizi” – ha dichiarato l’ex naufraga dell’Isola dei famosi 11.

Simona Ventura
Simona Ventura ospite al Grand Hotel Chiambretti

Alla domanda che Chiambretti rivolge alla Ventura se, a poco più di un giorno dal ritorno dall’Isola, si sentisse, nel paradiso, nel purgatorio o all’inferno della Tv, la ex naufraga risponde:

Assolutamente in paradiso, ma lo sono sempre stata perché tutto ciò che ho fatto, anche quando sono stata, secondo alcuni, all’inferno o nel purgatorio, l’ho voluto io, perciò non ho né rimpianti né rimorsi. Andando all’Isola mi sono giocata tutto, nel senso che sono andata lì cercando di far vedere tutta me stessa e ho vinto perché sono riuscita, specialmente nell’ultima settimana su Playa Soledad, a migliorare, a migliorarmi, e a far vedere anche la mia fragilità, che era nascosta dentro di me da tanti anni”.

Quando Chiambretti, provocatoriamente, chiede alla Ventura con chi tornerebbe sull’isola, se con la Marcuzzi o con Signorini, risponde: “Con Signorini… perché secondo me direbbe un po’ meno fregnacce e darebbe meno giudizi… Capirebbe determinate cose perché è facile da qua avere delle immagini distorte, invece lì, sull’Isola, davanti al dolore vero, al lavoro vero, alla fatica vera, probabilmente anche il suo modo di vedere le cose cambierebbe…”

LASCIA UN COMMENTO