Dopo quattro anni di assenza dalla scena musicale e pubblica, Giorgia rompe il silenzio con una lunga intervista al settimanale Gioia: “Io e il mio compagno Emanuel Lo abbiamo avuto un bambino, Samuel, che ha 15 mesi”. Un cambiamento radicale nella vita della cantante, che racconta:

“Ho cercato per anni pulizia, precisione, suono perfetto, distraendomi dalla funzione primaria del canto, ovvero la liberta’. Il mio spartiacque, la vera differenza tra il prima e il dopo, e’ Samuel: adesso non ho spazio per rimuginare. Mentre compongo mi chiedo se ho comprato i pannolini, se li ho lavati, se ho preso le cose giuste per la pappa”.


Sul suo rapporto con il suo compagno confessa: “Amo molto Emanuel, anche se per ora non lo sposo. Muoviamo i nostri passi in questo nuovo assetto, lottando per qualche scampolo di intimita’. Niente e’ come prima, ma puo’ essere meglio. Ha otto anni meno di me, ma era pronto a diventare genitore prima che lo fossi io. Con Samuel e’ molto dolce, ai limiti dell’ansioso e dell’iperprotettivo: a volte sono quasi gelosa del rapporto tra loro”.
Infine parla della musica, ” ‘Il mio giorno migliore’ (il nuovo singolo in uscita venerdi’, ndr) e’ nato cosi’, lontano dalle ballad della Giorgia piu’ oscura. Idem per l’album, che uscira’ in settembre. La mia musica riflette come sono adesso: equilibrio instabile, movimento continuo”, e dell’ambiente, “Nel Paese del sole e del vento non capisco perche’ ancora stiamo pensando al nucleare. Sono ambientalista, a mio figlio insegno ad accarezzare le piante e a non uccidere le formiche”.

LASCIA UN COMMENTO