Francesca De André è finita sulle pagine di giornale, questa volta non per i baci a Daniele Interrante, bensì per un’accusa giudiziaria. Il quotidiano Repubblica riporta la notizia riguardante la nipote del cantautore genovese, imputata per appropriazione indebita. A portare la ventiquattrenne in tribunale è stato un imprenditore milanese amico dell’ex naufraga che dopo averla ospitata in un appartamento di Milano in zona Moscova, non avrebbe trovato più alcuni oggetti preziosi in casa. La De André è accusata di essersi appropriata di alcuni mobili per un quantitativo di circa 12mila euro, per la precisione un impianto hi-fi del valore di 6mila euro, un mobile porta tv, 4 mila euro, più un materasso matrimoniale, sei lampade e due tende. A conferma dell’imprenditore anche la testimonianza della portiera dello stabile che avrebbe visto Francesca andare via col “bottino” aiutata da un amico.

Francesca De Andrè denunciata per furto di mobili preziosi
Francesca De Andrè denunciata per furto di mobili preziosi

A questa già surreale situazione si aggiunge che mentre i paparazzi la fotografano a Parco Sempione con Interrante, il pm non riesce a trovare la showgirl. Il “decreto di irreperibilità” ha fatto, giustamente, infuriare l’avvocato dell’accusa, consigliando alla polizia di chiedere aiuto ai fotografi dei giornali di gossip. Per quanto riguarda la De André, la sua risposte è arrivata online tramite Twitter dato che ha postato la seguente frase: “Ma quale scomparsa! Voi siete tutti pazzi!!! Chi ha messo in scena questa pagliacciata ne dovrà rispondere legalmente“. La cronaca rosa resta in attesa per osservare ciò che accadrà al processo quando Francesca si presenterà davanti ai giudici.

LASCIA UN COMMENTO