Sanremo 2017 Marco Masini rivela: “Ho un solo grande rimpianto”

Marco Masini si confessa in conferenza stampa prima di salire sul palco dell'Ariston

Festival di Sanremo 2017 news: Marco Masini si apre in conferenza stampa prima del ritorno sull’Ariston per partecipare al Festival. Riflessioni musicali e di vita.

Sanremo 2017 news: Il Festival di Sanremo è ufficialmente iniziato. Ieri martedì 7 febbraio è stata inaugurata la 67sima edizione della rassegna musicale italiana. Un’edizione speciale che ha visto il ritorno sul palco dell’Ariston di Maria De Filippi, dopo diversi anni di assenza. La conduttrice tv partecipa in qualità di co-conduttrice al fianco di Carlo Conti. Una partecipazione sulla quale sono stati puntati, inevitabilmente, i riflettori mediatici e social già nella prima serata.

marco masini,sanremo
Marco Masini : Sanremo 2017

Questa sera va in onda il secondo appuntamento con la 67sima edizione del Festival di Sanremo 2017. Sul palco salirà anche Marco Masini, che si è raccontato in conferenza stampa.

Sanremo 2017 Marco Masini svela il rimpianto di una vita: “Sarei voluto arrivare un secondo prima…”

Sanremo 2017 : Marco Masini 

Marco Masini presenterà sul palco dell’Ariston la sua canzone in gara, “Spostato di un secondo”. Queste le sue sensazioni in conferenza stampa prima di partecipare al Festival di Sanremo 2017“Credo che esprimersi nella completa sincerità nella scrittura, senza nascondersi dietro i cliché di scrittura, è un consiglio che ho da dare. Io mi sono sempre divertito a fare il musicista. Oggi c’è un evoluzione diversa sul piano musicale. Ho sempre avuto voglia di sperimentare. Una canzone non è solo parole e musica, ma anche arrangiamento.

La cover per me è un’occasione per ricordare qualcosa, non un’esibizione. Un modo per ricordare una canzone che ha scritto pagine importanti della musica italiana. Signor Tenente di Giorgio Faletti non è stata più trasmessa dalle radio. Il suo coraggio, la sua semplicità e il suo carisma mi hanno contagiato. 

Forse sarei arrivato un secondo prima che morisse mia madre nel 1984. L’avrei voluta vedere. Ma questa è una cosa umana. L’unica cosa per cui vorrei avere un secondo in più. Per il resto sono a posto così. Alla fine credo che questo è un concetto utopico quando superi un certo percorso di vita. Alla fine io mi sento felice e orgoglioso di essere stato sempre pronto a sacrificare tutto me stesso per dare tutto alla musica”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.