Vladimir Luxuria in lacrime a Verissimo: “Porto Vladimiro nel cuore”

Vladimir Luxuria si mette a nudo a Verissimo parlando della sua infanzia

Gossip news: Vladimir Luxuria a Verissimo, ha svelato retroscena dolorosi sulla sua vita privata. L’opinionista de l’Isola dei famosi si racconta a Silvia Toffanin.

Gossip news: Vladimir Luxuria a Verissimo L’opinionista de l’Isola dei Famosi 2017 ospite della puntata di sabato 18 febbraio si racconta a Silvia Toffanin. Nel salotto della conduttrice televisiva c’è stato spazio per una chiacchierata all’insegna dei ricordi e di rivelazioni shock.

Vladimir Luxuria Verissimo puntata sabato 18 febbraio 2017 silvia toffanin tv gossip, verissimo, vladimir luxuria a verissimo, vladimir luxuria,
Gossip news: Vladimir Luxuria a Verissimo puntata sabato 18 febbraio 2017

Ospite a Verissimo da Silvia Toffanin, Vladimir Luxuria ha svelato dettagli shock sul suo passato. Un passato difficile e tormentato il suo.

A Verissimo le confessioni di Vladimir Luxuria: “Vladimiro lo considero come un fratellino minore”

Vladimir Luxuria Verissimo puntata sabato 18 febbraio 2017 silvia toffanin tv gossip, verissimo, vladimir luxuria a verissimo, vladimir luxuria,
Vladimir Luxuria a Verissimo puntata sabato 18 febbraio 2017

Vladimir Luxuria si racconta a Verissimo. Ricorda il suo passato. Un passato da uomo. Da Vladimiro Guadagno nato a Foggia 51 anni fa. Rivedendosi in braccio a sua mamma si apre totalmente, con le lacrime agli occhi per la grande commozione. “E’ stato emozionante rivedere le foto della mia infanzia. Con mia papà che mi tiene in braccio. Ricordare quel Vladimiro che ero. Che oggi mi porto sempre nel cuore. Lo considero come un fratellino minore. Quel Vladimiro piccolo che amava gli animali.

Che quando vedeva un vecchio solo su una panchina si avvicinava per sentire la sua storia. Quel Vladimiro che amava raccontare come un teatrino delle storie per divertire le sorelle e le sue cugine. Ma anche quel Vladimiro triste e un po’ malinconico. Da piccolo faceva disperare sua madre che vomitava tutto quello che mangiava, come se volessi rifiutare di esistere. Quel Vladimiro che si chiedeva: “perché sono diverso dagli altri”.

Quel Vladimiro che, guardandosi allo specchio, immaginava di essere una persona diversa. Quel Vladimiro che pensava di non avere un futuro. Per fortuna quel futuro se l’è conquistato. Nonostante quegli insulti a scuola, sono riuscita a conseguire una laurea con 110 e lode. Nonostante tanta gente pensava che non ce l’avesse fatta, oggi sono qui, a parlare con voi.

Essere diverso non è una scelta. Non si diventa. Si è. È la natura. Penso di essere nata così. All’inizio ho cercato di reprimermi. Più passava il tempo, più diventavo una persona peggiore. A 16 anni ho deciso di cambiare e prendere in mano la mia vita. Verso la libertà. L’unica cosa che non ha prezzo.

Sono grata a mia mamma perché a 18 anni ha deciso di tenermi comunque. Sono nata in una famiglia povera, ma dignitosa. Abbiamo avuto un periodo difficile nel momento in cui ho scoperto la mia vera identità sessuale. Ma oggi mi amano. Mi hanno accettata. Sono con me anche per le mie battaglie omosessuali.

I nostri non sono solo genitori, ma figli del loro tempo. Bisogna solo dare tempo. Una persona è migliore o peggiore di un’altra se dà una mano quando ha bisogno di aiuto. E io mi sento con la coscienza a posto da questo punto di vista. Oggi sono più forte che mai”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.