Mercoledì 11 novembre, è iniziata ufficialmente la nona edizione del Roma Fiction Fest, organizzato dall’Associazione produttori televisivi e prodotto da Fondazione Cinema per Roma. La testimonial scelta per questa edizione è Simona Tabasco, rivelazione della fiction attualmente in onda È arrivata la felicità, in cui interpreta l’esuberante Nunzia.

roma-fiction-fest-11-11-15-460a-1024x670
Roma Fiction Fest 2015 – Lilyhammer

Il primo appuntamento della giornata è stata la proiezione del primo episodio della miniserie Wolf Hall del regista Peter Kosminsky. Nel primo pomeriggio sono stati presentati i vincitori del bando Creativi Digitali – Progetto Zero, il progetto finanziato dalla Regione Lazio per sostenere idee innovative inerenti l’ambito audiovisivo di giovani sotto i 35 anni. Nel pomeriggio si è anche tenuta la prima masterclass, preceduta dalla proiezione del primo episodio della terza stagione di Lilyhammer, con Steven Van Zandt, alias Little Steven. L’idolo del rock – ha suonato anche come chitarrista a fianco di Bruce Spingsteen – è diventato famoso grazie alla sua partecipazione a I Soprano. Little Steven sarà il Presidente della Giuria del Concorso Internazionale e riceverà il premio Roma Fiction Fest Excellence Award.  In seguito è stata proiettata Wataha, una produzione polacca che affronta il tema dell’immigrazione.

roma-fiction-fest-11-11-15-602a-300x190
Roma Fiction Fest 2015 – Lea

La prima sera del Roma Fiction Fest si è aperta con la proiezione fuori concorso del political crime Lea, del regista Marco Tullio Giordana, che racconta la tragica storia di Lea Garofalo, una donna che ha dovuto combattere contro il marito e il fratello, entrambi coinvolti in traffici criminali, per proteggere la figlia Denise e permetterle una vita normale. Denunciando tutto agli investigatori, è stata costretta a vivere sotto copertura cambiando continuamente residenza e girando tutta l’Italia.  Sul red carpet del film, accanto al regista, c’erano anche Vanessa Scalera, Linda Caridi, Alessio Praticò e Mauro Conte. Sempre fuori concorso è stato proiettato in prima mondiale il primo episodio di The Last Panthers, serie in 6 puntate firmata dal regista Johan Renck, presentato dal produttore Peter Carlton.

La manifestazione, che si preannuncia ricca di eventi e di ospiti, durerà fino a domenica 15 e terminerà con la cerimonia di premiazione di tutte le opere in concorso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here