Massimo Giletti non ha ancora incassato il duro colpo ricevuto dalla Rai. Il conduttore dichiara di non essere più lo stesso

Massimo Giletti non ha ancora digerito la questione che lo vede coinvolto con la Rai in merito alla sua conduzione del programma L’arena. Il Conduttore ha tenuto la conferenza stampa in merito al suo nuovo programma che andrà in onda per la prima volta domenica su La7. Tra la commozione, il conduttore ha affermato: “Dopo le puntate di L’arena staccavo il telefono perchè sapevo che qualcosa sarebbe arrivato. Una volta un dg mi chiamò e mi chiese: Non riesco a capire se lei sia a destra, sinistra o al centro. Fu un grande complimento!”.

Massimo Giletti, Rai,
Massimo Giletti

Massimo Giletti manifesta le sue preoccupazioni in merito al programma

Il conduttore Massimo Giletti si aspetta delle conseguenze in merito al programma che Non è l’arena. Infatti afferma: “Secondo me arriverà qualcosa da Viale Mazzini, me lo sento. Andiamo avanti con questo titolo, per il momento. Vediamo che succede. Il titolo è un po’ uno sberleffo, spero che alò settimo piano di Viale Mazzini abbiano ironia. -preso dalla commozione, aggiunge- Scusate, evidentemente non è passata ancora”. Il conduttore non si aspettava di reagire in quel modo parlando della questione.

Massimo Giletti orgoglioso della squadra che lo sostiene

Il conduttore Massimo Giletti inoltre dimostra e manifesta il suo riconoscimento nei confronti della squadra che lo sostenuto e gli è rimasta fedele. Afferma Giletti: “Devo dire grazie ai miei ragazzi. Quando sono uscito dal colloquio con Orfeo ho detto loro: dovete cercarvi un posto di lavoro. E loro mi hanno detto: noi stiamo con te.

“L’idea era di distruggere la mia squadra di lavoro, mi offrivano il varietà, 12 serate invece che 35 puntate. Così lo distruggi un gruppo di lavoro”. Il conduttore continua: “Io non sono più lo stess. Quello che ho vissuto mi ha marchiato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here