Gossip: Le nuove veline di Striscia la Notizia si raccontano

Gossip TV: Sono loro Shaila Gatta e Mikaela Neaze Silva, le nuove veline 2018 di Striscia la Notizia di questa edizione 2017. Due ballerine professioniste che hanno fatto parlare di sé fin dal loro ingresso negli studi Mediaset. La prima ad essere intervistata è Shaila Gatta, cresciuta a Secondigliano, nella periferia Nord di Napoli, poco lontano da Scampia. Zone abbastanza difficili. I genitori di Shaila Gatta l’hanno protetta mandandola a studiare a Napoli, lontano da compagnie pericolose. A 16 anni si è  ritrovata a Roma, studiava al liceo linguistico e prendeva lezioni di danza. È stata dura, era giovane e ha patito la solitudine.

nuove veline 2018, Veline, Shaila Gatta, Mikaela Neaze Silva, nuove veline, 2017, gossip,
Nuove veline 2018 Shaila Gatta e Mikaela Neaze Silva

Senza dubbio  è stata una scelta difficile. I genitori hanno dovuto fare molti sacrifici per farla studiare. Il padre autista di ambulanze e la mamma sarta a casa, non avevano molta disponibilità  economica. Non ha mai avuto un capo firmato, ma i soldi sono serviti per investirli nel suo futuro.

Gossip da Striscia la notizia la Velina mora Shaila Gatta

Gossip TV: Alla domanda “come hai affrontato il provino per Striscia, Shaila risponde: “Né io né Mikaela sapevamo che il casting fosse per Striscia. L’unica informazione che avevamo era che cercavano ballerine per un programma Mediaset. Ovviamente quando lo abbiamo scoperto è stata una sorpresa bellissima. Io avevo già lavorato a Ciao Darwin, Zelig e avevo partecipato al reality Amici”. Io e Mikaela ci siamo piaciute subito. Sono sicura che ci avessero già presentato qualche anno fa, a una festa, ma lei non se lo ricorda. In ogni caso fin dai provini abbiamo iniziato a chiacchierare. È una ragazza solida e forte, e ora abitiamo sullo stesso pianerottolo”.

Striscia la notizia nel gossip la Velina bionda Mikaela Neaze Silva

Gossip Tv: L’altra velina Mikaela Neaze Silva ha radici miste. La mamma è afghana. Il papà angolano. Lei è nata a Mosca. Quand’era piccola l’hanno portata in Africa. Nel 2000 è approdata a Genova con madre e sorellina. E, per non smentirsi, s’è scelta il fidanzato durante un soggiorno di tre anni in Cina.

Mikaela racconta: “Per la prima volta hanno preso ballerine professioniste. Ma muoversi sul bancone coi tacchi è dura anche per noi. Quando poi si mettono di mezzo Greggio e Iacchetti c’è da ridere. Ecco, si ride tanto. C’è un affiatamento incredibile. Come una famiglia“.

I primi passi da Velina li ha mossi in Angola. Aveva cinque anni, andava per strada, c’era la musica, la gente ballava e lei si è buttata in mezzo. Da lì l’hanno subito presa allo stadio per ballare prima delle partite.

In seguito si sofferma sul nostro paese cui le ha dato molte soddisfazioni: “Eravamo in Angola, mamma e papà, che poi è mancato, non andavano più d’accordo ed eravamo senza una lira. Una coppia di italiani prima ha trovato lavoro a mia madre, poi ci hanno portate tutte a Genova. Era dura, soldi per i vestiti o anche solo per un ovetto di cioccolato non ce n’erano. Ma loro ci sono sempre stati, ci hanno fatto sentire parte della loro famiglia. Senza di loro non potrei essere qui. In casa sono l’unica a non avere ancora il passaporto italiano. Ma questo è il mio Paese. E guai a chi me lo tocca“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here