“Baila!”,  il programma televisivo tanto discusso in questi giorni, il nuovo show danzerino condotto da Barbara D’Urso su Canale 5,  non andrà in onda. Il giudice del tribunale civile di Roma, Gabrielle Muscolo, ha accolto l’ìstanza presentata dall’avvocato Giorgio Assumma per conto della sua assistita, Milly Carlucci. Le accuse sono di sospetto plagio ai danni di “Ballando con le stelle”, a cui si è associata anche la Rai che ha inibito la trasmissione del programma televisivo.


Il giudice, si legge nell’ordinanza pubblicata stamane, “inibisce a Rti (Mediaset), a Endemol Italia, a Roberto Cenci (regista e direttore artistico) e a tutte le parti resistenti la trasmissione dello spettacolo con titolo ‘Baila!’ o con qualunque altro titolo” che abbia le caratteristiche di cui si parla nella memoria presentata dalla stessa Mediaset.
Da quando ha avuto inzio la querelle tra Milly Carlucci e i produttori dello show, a Cologno Monzese hanno sempre sostenuto che i due talent prendevano vita da format diversi. “Ballando con le stelle” da quello della Bbc, “Strictly come dancing”, mentre “Baila!” era tratto dal messicano “Bailando por un sueno”. La bionda, bella e coriacea Milly, tirando fuori le unghie, ha vinto il primo round.
Mediaset ha deciso di impugnare la sentenza. La società ha precisato che “sta esaminando minuziosamente le inibizioni disposte nell’ordinanza del giudice del tribunale di Roma sul caso Baila!. Già a prima lettura il provvedimento, peraltro provvisorio, appare ingiusto ed erroneo. Pertanto Mediaset, riservandosi ogni ulteriore valutazione, lo impugnerà d’urgenza chiedendone l’annullamento”.
Vedremo come andrà a finire.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here