Serena Williams e Novak Djokovic sono i padroni indiscussi di Wimbledon. I due tennisti con la vittoria sul campo di Londra hanno dimostrato di essere i migliori al mondo. Il serbo ha battuto in finale Roger Federer, mentre la statunitense ha stracciato una giovane tennista spagnola. I due campioni hanno poi festeggiato con una serata in loro onore dopo il torneo organizzato alla Guild Hall di Londra.

Wimbledon 2015 - Novak Djokovic e Serena Williams sono il re e la regina
Novak Djokovic e Serena Williams

Wimbledon 2015: la sfida tra Djokovic e Federer

La finale stellare tra Novak Djokovic e Roger Federer, rispettivamente tra i numeri uno e due del ranking ATP, ha regalato il trionfo del 28enne di Belgrado. Anche se la sfida tra i due campioni non è stata eccellente come l’anno precedente, Nole ha comunque chiuso il match dopo 2 ore e 55 minuti dopo un duello con lo svizzero in 4 set: 7-6(1), 6-7(10), 6-4, 6-3. Il successo di Djokovic è arrivato grazie alla sua capacità di non sbagliare un colpo, evitando di concedere qualsiasi punto importante all’avversario. Il match è cresciuto soprattutto nel terzo set almeno fino alla pioggia. Quando alla battuta del serbo sul 3-2 a causa delle condizioni climatiche la sfida è stata fermata per venti minuti. Una volta ripreso l’incontro Djokovic è andato a prendere per la terza volta il trofeo di Wimbledon, dopo il 2011 e il 2014. A margine della premiazione sul campo centrale di Wimbledon il campione ha commentato la sua prestazione e la sfida con lo svizzero: “È sempre un privilegio giocare contro un grande campione come Federer. Su questo campo lui è tanto, troppo importante. E’ un modello per tutti noi. È un grande onore per me giocare e vincere contro di lui. Sapevo che Roger avrebbe dato il meglio nei momenti importanti, contro di lui devi lavorare duro per guadagnarti ogni punto. Sapevo che ci sarebbe stata tanta pressione ma lavoro e mi sveglio ogni giorno per giocare queste partite. È sempre bello pensare di avere questo trofeo in mano”.
Djokovic ha vinto, inoltre, il terzo trofeo al torneo londinese esattamente come il suo coach, Boris Becker, ex tennista che vinse a Wimbledon nel 1985, 1986 e 1989: “Grazie anche lui, siamo diversi ma abbiamo trovato la giusta alchimia. Il suo contributo è importante, come quello di tutto il mio team, di mia moglie, della mia famiglia e di tutti i miei tifosi”. Poi il campione ha spiegato anche il rito di mangiare l’erba del campo inglese: “È ormai una tradizione per me. Non so cosa abbiano fatto i giardinieri ma l’erba quest’anno aveva un sapore veramente particolare. Quando sogni da bambino di vincere Wimbledon sogni anche di fare cose pazze come questa”.
Mentre per Federer è sfumata l’occasione di diventare il tennista più vincente di tutti i tempi conquistando l’ottavo titolo della Championship. Visto che invece sul prato londinese ha vinto il serbo che ha confermato così il primato nella classifica mondiale davanti proprio allo svizzero 33enne e ad Andy Murray terzo.

Serena Williams vince Wimbledon contro la Muguruza

Il re di Wimbledon è Djokovic, ma la regina indiscussa è Serena Williams: l’americana ha trionfato sul campo inglese battendo la tennista spagnola Garbine Muguruza. Per la numero uno al mondo si tratta del sesto titolo conquistato a Wimbledon e significa anche un passo in avanti verso il completamento del Grande Slam. Quello del torneo londinese è il terzo titolo e per chiudere il Grande Slam manca un solo successo, quello a New York agli Us Open. La Williams ha stracciato la sua avversaria dopo 1 ora e 22 minuti di gioco, con il risultato di 6-4, 6-4. In avvio di match l’iberica è partita bene ed è stata grintosa, ma poi la tennista del Michigan ha cambiato le sorti della sfida gestendo il gioco. Nonostante il calo che la Williams ha avuto durante la partita, subendo addirittura tre game di seguito, la 33enne ha saputo comunque chiudere la sfida a suo vantaggio. “Era un po’ che non vincevo a Wimbledon: ci tenevo molto a riconquistare questo trofeo. Complimenti a Garbine Muguruza, ben presto sarà lei a stringere questo piatto fra le braccia. Ringrazio mia mamma, i miei amici e tutti i miei tifosi”, ha dichiarato la campionessa americana dopo la premiazione. E’ stata una vittoria sofferta. Non potevo mai immaginare di essere ancora qui, a trentatre anni, ad alzare questo ulteriore trofeo”, ha concluso Serena Williams. La tennista con questa ennesima vittoria mantiene il primo nella classifica WTA davanti a Maria Sharapova e a Simona Halep terza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here