Marco Carta è ancora nei guai con la legge rischia il carcere al processo in appello

Marco Carta è uno dei cantanti più amati dal pubblico giovanile. Ha scalato il successo dopo la sua vittoria al talent show Amici di Maria De Filippi. Dopo Amici arriva la vittoria al Festival di Sanremo con il brano “La forza mia“. Il famoso cantante, circa un anno fa, si era messo nei guai con la legge. Infatti, era stato accusato del furto di 6 magliette del valore totale di 1.200 euro. Oggi, dopo questa brutta esperienza, il cantante rischia di nuovo l’arresto.

Marco Carta, nell’ottobre 2019, era stato imputato per aver rubato 6 magliette presso il centro commerciale La Rinascente di Milano con la complicità dell’amica Fabiana Muscas.

Il processo in primo grado

Marco Carta rischia l'arresto: riapertura del caso e processo in appello
Marco Carta è ancora nei guai con la legge rischia il carcere al processo in appello

Il pubblico ministero Rossato aveva chiesto otto mesi di condanna in carcere per il cantante e una multa di 400 euro. Tuttavia egli era stato scagionato dai filmati delle telecamere di videosorveglianza del negozio, mentre di Fabiana Muscas non si seppe più niente.

Il processo in appello

Oggi la procura, dopo aver fatto ricorso, ha chiesto la riapertura del caso con un processo in appello ai danni di Marco Carta. Ma risulta alquanto strano il fatto che della sua complice non si sia fatta menzione, sembra essere sparita nel nulla.

La prima udienza del processo in appello è prevista per il 7 ottobre 2020, saranno ascoltati Marco Carta (parte citata) e i proprietari del negozio (parte lesa). Sarà il PM a decidere la sorte dello sfurtunato cantante, ma nel frattempo tutti si chiedono che fine abbia fatto la sua complice.

close

Iscriviti alla NewsLetter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie pubblicate da GenteVip

Manteniamo i tuoi dati riservati e condividiamo i tuoi dati solo con terze parti che rendono possibile questo servizio. Leggi la nostra politica sulla privacy.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.