Formula 1 – Lewis Hamilton vince il gran premio di casa sul circuito di Silverstone grazie alla strategia applicata durante le soste ai box. L’inglese ha trionfato con il tempo di 1:31:27:729 in una gara piena di sorprese superando, Nico Rosberg (+10:956 ) e Sebastian Vettel (+25:443). Hamilton è arrivato primo al traguardo nonostante in avvio di gara abbia perso la prima posizione, sorpassato da Felipe Massa. Il brasiliano si è insinuato tra le due Mercedes, e la stessa cosa ha fatto il compagno di team Bottas che però alla fine ha ceduto il secondo posto all’inglese campione del mondo in carica.

Formula 1, Silverstone – La gara e il successo delle Mercedes

Formula-1-lewis-hamilton
Formula 1 – Silverstone, Lewis Hamilton

Poco dopo a causa di un incidente tra Lotus e McLaren, con il ritiro di Grosjean, Maldonado e Button, è entrata la safety car la quale ha azzerato i distacchi. Nel valzer dei cambi, vince però la strategia di Hamilton che sia nella prima sosta sia nella seconda supera Massa e poi nel finale Rosberg. Al 45esimo giro, infatti, il britannico chiede al suo muretto di rientrare ai box, il team lo asseconda e questo lo ripaga della vittoria finale. Dietro di lui arriva Rosberg, e terzo Vettel che alla fine sfrutta il secondo pit stop a causa dell’arrivo della pioggia per superare le due Williams, arrivate poi quarta (Massa, +36:839 ) e quinta (Bottas+1:03:194 ) . “La pioggia ha fatto la differenza, senza non sarei qui sul podio. Abbiamo tenuto la testa bassa, siamo stati pazienti e abbiamo aspettato l’inizio della pioggia ed è andata così. In Gran Bretagna è così da un momento all’altro arriva la pioggia e poi il sole, tutto ha funzionato bene”, ha spiegato il tedesco della Ferrari dopo la premiazione. Al traguardo è arrivato sesto Kvyat, settimo Hulkenberg e ottavo Raikkonen: per il finlandese non è stata una gara positiva. Soprattutto adesso che si sta considerando l’idea di rinnovargli il contratto con la rossa di Maranello. A commentare la corsa dei due ferraristi, è stato il loro team principal: “Sono soddisfatto della gara di Vettel perché ha dimostrato un’altra volta di chiedere di entrare nel momento perfetto e poi ha fatto un capolavoro in pista. Però dobbiamo essere onesti se la gara fosse stata tutta senza pioggia il gap sarebbe stato molto diverso. Bisogna andare avanti con umiltà e non fare i fenomeni, perché abbiamo raggiunto un terzo posto con un grande pilota e una grande strategia ma ci vuole anche una grande macchina”. Su Raikkonen si esprime ancora Maurizio Arrivabene: “Quello che è successo con Kimi è evidente, è il pilota che deve giudicare come lavora la macchina e lui ha fatto una chiamata anticipandola ed è finita così. Bisogna essere umili e riconoscere che qui le Williams erano più forti”.

Lewis Hamilton dedica la vittoria ai suoi tifosi

Con la vittoria a Silverstone, Hamilton conferma per l’ennesima volta di essere il migliore, e stavolta grazie ad una buona strategia, al contrario di Monaco dove a causa di una sosta perse la vittoria. L’inglese continua a guidare la classifica a quota 194 punti, dietro segue Rosberg a 177, terzo Vettel con 135. “Sono molto grato ai tifosi per il loro sostegno, non avrei potuto farcela senza di loro. Grazie mille. Ho avuto una bassa aderenza, lo stesso è capitato a Nico, ma questo ha reso la gara più emozionante”, ha dichiarato dopo la premiazione. Hamilton spiega intervistato dal fantino Frank Dettori: “Abbiamo spinto ed è stato entusiasmante anche per i fan, per la prima volta ho fatto la scelta perfetta con il pit stop, sono molto contento. Sono davvero esaltato, qui c’è anche mia madre. Ho tenuto duro negli ultimi giri e spero di continuare così anche per il campionato”. La prossima gara di Formula 1 sarà il 26 luglio in Ungheria sul circuito dell’Hungaroring.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here