Il Cile conquista per la prima volta nella storia la Coppa America. La Roja ha trionfato nel campo Nacional in casa battendo ai rigori l’Argentina. La squadra di Sampaoli si è imposta sulla formazione avversaria per 4-1, dopo 120 minuti di gara terminati a reti inviolate, ma con una partita giocata a viso aperto tra le due rivali. Il Cile è sceso in campo con un 3-4-1-2: Bravo; Silva, Diaz, Medel; Isla, Vidal, Aranguiz, Beausejour; Valdivia (29′ st Mati Fernandez); Vargas (5′ st Henriquez), Sanchez.
Il tecnico dell’Argentina invece ha scelto il 4-2-3-1: Romero; Zabaleta, Demichelis, Otamendi, Rojo; Mascherano, Biglia; Messi, Pastore (36′ st Banega), Di Maria (29′ Lavezzi); Aguero (29′ st Higuain).

Coppa America: la gara tra Cile e Argentina

Il Cile vince ai rigori la Coppa America contro l'Argentina
Coppa America 2015

Il Cile è stato molto aggressivo durante la partita davanti al pubblico di casa: erano presenti infatti circa 45 mila tifosi cileni pronti poi a festeggiare in giro per Santiago la vittoria della loro nazionale. Nella prima parte della sfida la formazione albiceleste perde Di Maria in attacco a causa di un infortunio muscolare, e questo incide molto sul gioco fatto di ripartenze della squadra del Tata Martino. Per l’argentina Messi resta in ombra senza eccellere, ma da entrambe le parti arrivano comunque diversi tentativi per ottenere il vantaggio. La partita però prosegue dopo i tempi regolamentari poiché nessuna delle due nazionali è riuscita a segnare per portare a casa la coppa. Nel finale il CT argentino aveva fatto entrare Higuain e Banega (i due che sbaglieranno dal dischetto) per dare una scossa al match, ma niente da fare perché le due selezioni sono state costrette dopo i tempi supplementari ad affrontarsi ai rigori.

Higuain sbaglia il rigore, Sanchez fa il cucchiaio

Per il Cile sono andati in rete: Fernandez, Vidal e Aranguiz. Invece per l’Argentina ha segnato Leo Messi, dopodiché c’è stato il tracollo con gli errori di Higuain e Banega. Per il giocatore del Napoli sembra una vera e propria maledizione quella dei rigori, in campionato con la maglia azzurra ha fallito il tiro dal dischetto contro Chievo, Atalanta e Milan. E soprattutto nell’ultima gara con la Lazio, quando sul 2-2, con la necessità di vincere per conquistare un posto in Champions League, il pipita ha mandato il pallone in curva cosa che ha fatto anche stavolta contro il Cile in Coppa America.
La Roja così ha vinto la competizione dopo il rigore calciato da Alexis Sanchez autore di un cucchiaio ai danni di Sergio Romero, estremo difensore argentino. L’attaccante regala dunque al Cile la vittoria e la partecipazione alla prossima Confederations CUP che si svolgerà nel 2017: si tratta inoltre del primo successo della Roja in Coppa America, che perse proprio una finale contro l’Argentina sessanta anni fa. Mentre per la formazione albiceleste è la seconda finale persa dopo quella mondiale dello scorso anno contro la Germania e la seconda sudamericana sfumata nel 2007.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here