Dopo ben quarantun’anni torna di giovedì alla TV “Rischiatutto” il mitico quiz di Mike Bongiorno. Chi, come me, ha passato la cinquantina ricorda con piacere e un pizzico di nostalgia le pittoresche espressioni e le gaffe di quel grande maestro della televisione che fu Mike. Il quiz ebbe ben cinque stagioni di successo tra il 1970 e il 1974. I concorrenti furono considerati dal pubblico delle vere star nazionali. Personaggi indimenticabili come il dottor Mainardi o la signora Longari vengono ogni tanto ricordati in trasmissioni che parlano del presentatore italo americano. Noi fiorentini rammentiamo con tenerezza il farmacista della stazione centrale, signor Andrea Fabbricatore, che innumerevoli concittadini andavano a conoscere di persona pur essendo sani come pesci.

“Fiato alle trombe, Turchetti!” – Il grande ritorno del Rischiatutto
Torna il quiz di Mike Bongiorno “Rischiatutto”

Come non citare poi il notaio, Ludovico Pellegrini, serio e professionale, che diventò pure lui un grande della TV e passò alla storia per la sua severità col nomignolo di “Signor No”.
Molto amata inoltre fu la figura della “valletta” Sabina Ciuffini, studentessa universitaria romana alla quale per prima, a differenza delle sue colleghe di altre trasmissioni, fu permesso di dialogare col conduttore. Il suo viso solare e dolcissimo conquistò i telespettatori e fu, forse, il personaggio più amato del quiz.

“Fiato alle trombe, Turchetti!” – Il grande ritorno del RischiatuttoRischiatutto ebbe delle sigle composte da illustri musicisti quali il greco George Mustaki, Peppino di Capri, Ricchi e Poveri e i Nomadi. La RAI ha pensato bene di riproporre, dopo così tanto tempo, il famoso telequiz con la conduzione del simpaticissimo Fabio Fazio. Il format di origine americana sarà trasmesso, sempre di giovedì, su Rai Tre a partire da febbraio del 2016 e non dubito che questo canale salterà in cima alle classifiche dell’Auditel.
Come nel quiz di Mike, i concorrenti dovranno rispondere a domande su un tema a loro scelta. Chi vincerà la puntata potrà tornare la settimana successiva. I dettagli della trasmissione sono ancora in discussione ma è certo che verranno mantenute le cabine e le cuffie. Non si sa invece ancora se e chi sarà la valletta, se ci sarà un notaio presente in sala o chi scriverà la sigla della trasmissione.
La bravura e l’appeal di Fabio Fazio sapranno sicuramente attrarre milioni di telespettatori, forse ben più di quei 25 milioni che il grande Mike seppe assicurarsi negli anni ’70. Chissà se esclamerà anche lui “Allegria!” per ricordare il presentatore tanto amato. Sarebbe un omaggio doveroso che i telespettatori sapranno apprezzare di sicuro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here