L’emblema della moda francese, icona indiscussa, modella fra le più celebrate e ricercate da stilisti e fotografi degli anni Quaranta e Cinquanta sarà celebrata a Milano in una galleria che unisce Moda e Arte. Di chi stiamo parlando? Di Bettina che potremo ammirare dal 16 settembre p.v. presso la Galleria Carla Sozzani in oltre cento immagini firmate dai più grandi fotografi di quegli anni: da Erwin Blumenfeld a Henri Cartier-Bresson, da Gordon Parks a Irving Penn, e tanti, tanti altri.

La Galleria Carla Sozzani di Milano celebra la settimana della moda con una mostra dedicata a Bettina
La Galleria Carla Sozzani di Milano celebra la settimana della moda con una mostra dedicata a Bettina

Una carriera sfavillante iniziata quasi per caso quella di Bettina che nel 1944 si recava a Parigi per diventare disegnatrice di moda. Incontra Jacques Costet, giovane stilista che aveva appena aperto un piccolo atelier per presentare alcuni suoi bozzetti. Costet, affascinato dalla sua bellezza, termina l’incontro chiedendole di indossare un suo abito. Inizia da quel momento una straordinaria carriera di musa e modella.

Testimone privilegiata degli anni folgoranti che attraversano la moda a Parigi, la top model  lavorava con Hubert de Givenchy, Christian Dior, Coco Chanel, per fare i nomi più celebri. Dopo il ritiro, nel 1955, Bettina continua a lavorare nella moda: tra i molti impegni, quello alla direzione couture per Emanuel Ungaro e alle relazioni pubbliche per Valentino.

Nel 1963 è “ambasciatrice di charme” della rivista Elle, per essere fotografata con “gli abiti più belli di Parigi” in Africa, dalla Valle dei Templi, al deserto del Sinai, alle falde del Kilimangiaro.
Nel 2010 è nominata Chevalier des Artres et des Lettres dall’allora ministro francese Frédéric Mitterrand.

Bettina alla galleria Carla Sozzani di Milano
Bettina alla galleria Carla Sozzani di Milano

LASCIA UN COMMENTO