Sergio Sylvestre, l’ex Amici insultato pesantemente per l’Inno di Mameli

Sergio Sylvestre insultato sul web, l’ex Amici dimentica una strofa dell’Inno di Mameli

Sergio Silvestre insultato per aver dimenticato le parole dell’Inno di Mameli. Il popolo del web si è infuriato e ha insultato pesantemente il cantante che intonando semplicemente l’inno nazionale, l’Inno di Mameli, l’altro ieri sera prima dell’inizio della partita, ha dimenticato clamorosamente una strofa. Di quale partita stiamo parlando? La finale di coppa Italia che ha visto vittorioso il Napoli contro la Juventus.

L’aspetto positivo in tutto questo per il cantante? Sui social nei trending topic, il nome Sergio Sylvestre ha superato anche l’hashtag riferito alla partita. Sergio Silvestre insultato: ciò che è accaduto resta comunque il segno di poca civiltà.

Sergio Sylvestre, l’ex Amici insultato pesantemente per l’Inno di Mameli

Sergio Sylvestre INSULTATO
Sergio Sylvestre insultato

Tutta la nostra solidarietà va al cantante, sebbene programmi come Striscia la Notizia abbiano giocato a sfavore di Sergio Sylvestre, si sa che i servizi sono di tipo satirico e quest’ultimo è stato interamente dedicato alle gaffe legate al ritorno della Coppa Italia .

Il tg satirico di Antonio Ricci non si lascia sfuggire nulla, Sergio Sylvestre gli ha consegnato su un piatto d’argento la possibilità far satira:”Ora ascoltiamo l’Inno… silenzio”, commenta la voce fuori campo di Militello. Quando Sylvestre scorda la strofa, aggiunge: “No, ma silenzio non dicevo a te”. Sergio Sylvestre colpito e affondato.

Sergio Sylvestre insultato: secondo voi il cantante meritava questi insulti?

Certamente l’ex cantante di Amici Sergio Sylvestre non ha fatto una gran bella figura, ma meritava davvero questi insulti? Andiamo a vedere come ha reagito l’Italia del web e dei social, dopo la figuraccia di Sergione: “BASTA COL PERBENISMO È UN NE*RO E NON È ITALIANO”. NON C’ERANO ITALIANI PER CANTARE L’INNO?”. “DOPO I FIN***CHI ADESSO SDOGANANO ANCHE I NE*RI”. “GLI AFRICANI DEVONO CANTARE I LORO INNI”. “IN C*LO A QUEL NE*RO DI M*RDA CHE HA STORPIATO L’INNO NAZIONALE. AVANTI NAPOLI”.

“RAGAZZI È MORTA L’ITALIA. QUESTO GOVERNO ABUSIVO HA DISTRUTTO PRATICAMENTE TUTTO. L’INNO CANTATO DA UN NE*RO È SOLO IL TRISTE EPILOGO”. “FR*CI E NE*RI ECCO COSA VUOLE QUESTO GOVERNO COMUNISTA”. “MI RACCOMANDO, LA PROSSIMA VOLTA L’INNO FACCIAMOLO CANTARE AD UN FR**IO, MANCA SOLO QUELLO. IL NE**O C’È GIÀ STATO”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.