Quando stileremo la classifica dei volti che hanno maggiormente influenzato il 2014, sicuramente ci troveremo a dover scrivere di Pif: notissimo al pubblico di Mtv e ora famoso anche tra i cinefili per “La Mafia uccide solo d’estate”, che ha raccolto un consenso non indifferente tra critica e pubblico, adesso Pierfrancesco Diliberto ha davanti una strada tutta in salita e piena di grandi opportunità. La settimana scorsa gli è inoltre giunto tra le mani il secondo premio per il suo primo film da regista: dopo il premio del pubblico al Torino Film Festival 2013, stavolta La mafia uccide solo d’estate si è aggiudicata al Bi&Fest di Bari il premio come Miglior opera prima. A consegnarlo una giuria popolare presieduta da Giuliano Montaldo, che ha assegnato il premio per l’originalità con cui è stata trattata la scottante tematica della mafia con “un linguaggio graffiante e ironico, diretto ed efficace”.

Pif è Il Testimone, una carriera in ascesa tra cinema, tv e una fiction Rai
Pif, ritorna Il Testimone su Mtv con 11 nuovi reportage

Un orgoglio il premio anche per Rai Cinema che ne ha sostenuto la produzione, portando alla luce il talento di Pif su cui molti già scommettono. Si crea quindi una certa aspettativa su quella che sarà la sua prossima fatica cinematografica, e su cui il regista preso dall’entusiasmo per i quattro milioni e mezzo di incasso al botteghino già stava riflettendo. Intanto però il ragazzo non resta fermo: è ripartita infatti la nuova stagione de “Il Testimone” su Mtv che tra ascolti e trend topic è riuscita a farsi strada ancora una volta, per la capacità di proporre un giornalismo anticonvenzionale con tra ironia e riflessione. La voce e i modi d’assalto di Pif hanno conquistato infatti anche la Tim, che ha deciso di farne il suo testimonial e segnandone così anche il successo ormai inevitabili di personaggio dell’anno. L’appuntamento più importante per Pif, prima del nuovo film, senza senz’altro la fiction Rai di cui sarà autore e per cui è già stato firmato un accordo. Riuscirà anche questa volta a conquistare il consenso del pubblico?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here