Stasera andrà in onda la fiction “Baciati dall’amore” ultimo lavoro di Pietro Taricone in cui realizzò il sogno di vestire i panni di un cantante neomelodico napoletano. Quello di “Baciati dall’amore” in prima serata su Canale 5, è stato l’ultimo set calcato dall’attore, morto tragicamente durante un lancio con il paracadute il 29 giugno dello scorso anno. In questa commedia sentimentale, basata sull’incontro-scontro tra nord e sud, Taricone è Antonio Gambardella, tipico esempio di bamboccione e figlio di Lello Arena e Marisa Laurito, che passa le sue giornate cantando ai matrimoni e alle comunioni e facendo serenate.  Protagonista della fiction, però, è il fratello di Antonio, Carlo, interpretato da Giampaolo Morelli, il quale è stato abbandonato dalla moglie con i cinque figli ma ritroverà l’amore grazie alla biologa marina Valentina interpretata da Gaia Bermani Amaral, venuta a Napoli per gli impegni lavorativi del padre magistrato (Marco Columbro) e pronta a sposarsi col noioso fidanzato Tommaso (Flavio Montrucchio).


Giancarlo Scheri, direttore della fiction Mediaset, ha spiegato: “E’ una serie che ha un significato particolare perché l’abbiamo voluta dedicare ad un grande attore, Pietro Taricone, che ci manca tanto. Questo è l’ultimo lavoro che ha fatto con noi portando allegria, vitalità e talento sul set”. Quello di Antonio è un personaggio che Taricone ha voluto cucire su di sè, come rivelato Carlotta Ercolino, autrice del soggetto e sceneggiatrice: “L’idea del cantante neomelodico era di Pietro. Io gliel’ho solo realizzata. E per questo lo ringrazio”. In “Baciati dall’amore”, le cui riprese sono state terminate dopo la sua morte, Taricone canta delle canzoni neomelodiche dai testi improponibili, composte e scritte da Maurizio De Angelis. Il lungo lavoro sul sonoro ha fatto si che la fase di post-produzione fosse estremamente lunga. Il produttore Guido De Angelis, infatti, spiega: “Per fortuna i fonici della presa diretta avevano fatto un lavoro egregio e quindi siamo riusciti a salvare tutto il suono originale con un lavoro certosino di montaggio del suono”. In occasione della presentazione di ieri mattina alla Casa del Cinema di Roma, i colleghi hanno voluto ricordare la figura di Pietro Taricone. Per Marisa Laurito “Pietro è una persona speciale, amorevole e molto umile, che non sarà facile dimenticare”. Lello Arena, invece, sottolinea come “sicuramente il successo di questa serie dipenderà purtroppo anche dal fatto che Pietro non e’ più con noi: in questa fiction ha recitato benissimo, è diventato un grandissimo attore. E questo forse è stato l’errore, perchè, si sa, sono i migliori che se ne vanno”, ha detto cercando di sdrammatizzare. Parole commosse per l’amico che non c’è più sono arrivate anche da Giampaolo Morelli e Gaia Bermani Amaral tra gli applausi del pubblico presente.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here