Pechino Express è giunto al termine, ma a noi il suo magico, simpatico ed innovativo conduttore Costantino Della Gherardesca manca già tanto. Per questo lo abbiamo seguito nella sua intervista durante Virus – Il contagio delle idee, programma del giovedì sera di Rai 2. Durante la lunga chiacchierata, Costantino ha svelato molte cose di se stesso e l’ha fatto con il suo solito atteggiamento ironico e reale. Tra i tanti argomenti tirati in ballo, c’è stato quello della sua famiglia. Costantino, che prende il cognome dalla madre e non dal padre, ha svelato qualcosa riguardo il suo passato familiare:

Costantino Della Gherardesca: Il conduttore di Pechino Express a "Virus - il contagio delle idee"
Il conduttore di Pechino Express Costantino della Gherardesca si racconta a Virus il contagio delle idee

Sì, mia madre si chiamava Della Gherardesca, non mio padre. Mia madre era una femminista, mio padre non mi ha riconosciuto quando sono nato. Dopo sì e ci andavo anche d’accordo. Mia madre era una donna molto convinta e militante nel suo femminismo, mi ha dato il suo nome e sono cresciuto con lei in un ambiente aristocratico ma non conservatore. In quegli anni i conservatori erano gli industriali. Il conte Ugolino Della Gherardesca era un nostro antenato.

Antenati a parte, ammette di essere sempre stato interessato all’ambito televisivo in cui, chiaramente, ha un gran successo. “Ho avuto un incidente in macchina quando avevo 7 anni. Mia nonna mi regalò una tv e siccome ero paralizzato a letto, guardavo la tv fino alle 4 del mattino. Ho sempre amato la tv, non ho mai voluto fare cinema o altro. Solo la tv”, ammette, non senza riserve riguardo il mondo dello spettacolo. Infatti, Costantino non ha problemi a parlare schiettamente delle dinamiche della televisione e ha toccato così il tema della sua sessualità affermando:

L’omosessualità l’ho dichiarata perché la tv vuole sapere tutto su di te subito e io l’ho detto. Non ci sono problemi. La sessualità non è una gran parte della mia vita. Io prendo stabilizzatori dell’umore che abbassano molto la libido. Prendo psicofarmaci del mattino come metà delle persone che lavorano. Ora c’è anche il dramma dell’andropausa!”.

Certamente si tratta di affermazioni molto coraggiose da fare su se stesso per la facilità delle chiacchiere in merito a tematiche come il sesso e l’utilizzo di psicofarmaci, entrambe cose verso le quali i preconcetti si sprecano. Ma Costantino è ammirato e apprezzato soprattutto per questo: non ci sono giochetti mentali dietro le sue parole, ma l’onestà di cui il pubblico ha bisogno. Si conosce e si propone esattamente per ciò che è, riuscendo a non rendere pesanti anche gli argomenti più seri. Il nostro conduttore preferito ha infatti anche parlato della sua salute e della sua vita poco mondana:

Vivo molto da solo, esco poco volentieri. Esco solo per gli eventi molto speciali, al massimo sempre al ristorante. Non scherzo sui problemi di salute perché essendo una persona sovrappeso, ho molti problemi. Abbiamo un costo sulla sanità molto alto… Siamo peggio dei drogati!“.

Costa, noi ti amiamo così come sei! E aspettiamo il tuo ritorno con la prossima edizione di Pechino Express. Di sicuro, però, continueremo a sentir parlare di lui anche nell’attesa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here