Ancora problemi con la schiena per il tennista spagnolo Rafael Nadal, numero 3 del Ranking Mondiale, che per questo motivo ha deciso di curarsi con le cellule staminale, affermando che il trattamento è a “cinque stelle”. I problemi alla schiena lo hanno colpito per tutta la stagione, ma il suo allenatore nonché zio, Toni Nadal, ha deciso solo adesso di sottoporlo alle cure: “Si tratta di cellule staminali, e per fargli bene c’è bisogno di cinque settimane”. Si sarebbe sicuramente potuto intervenire prima, magari tra luglio e ottobre, quando il giocatore è rimasto fermo per dei problemi al polso, ma non è stato fatto perché Toni pensava che il giocatore si sarebbe ripreso per giocare gli US Open, dato che: “il polso sembrava guarire“.

Rafael Nadal si sottopone alla cura con cellule staminali
Il tennista spagnolo Raf Nadal inizierà un trattamento con staminali per alleviare i problemi alla schiena

Ma non è la prima volta che Nadal fa ricorso al metodo delle staminali. Già nel 2013 lo aveva utilizzato per curare l’artrosi al ginocchio destro e il trattamento era stato efficace. Lo zio dello spagnolo afferma che ha avuto una stagione “agrodolce”. Prima i problemi alla schiena da gennaio e ancora da risolvere, poi l’infortunio al polso nel mese di luglio che lo hanno tenuto fermo per 3 mesi e infine, in questi ultimo periodo, l’intervento di appendicite. Proprio per questo, Nadal, 28 anni, approfittando della pausa per l’operazione si sottoporrà anche ai trattamenti alla schiena.

Per questi problemi, il giocatore ha potuto partecipare a pochi tornei, senza arrivare quasi mai alle fasi finali. Ed è anche per questo che, rispetto agli anni passati, non è riuscito a rientrare tra gli 8 che si stanno contendendo l’ATP Finals di Londra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here