La sensuale Alba Parietti entra prepotentemente nello studio della trasmissione storica di Verissimo, (puntata di sabato 1° novembre) su Canale 5, mentre la conduttrice Silvia Toffanin annuncia l’ospite atteso del programma: la comica Teresa Mannino, ma al suo posto si presenta un’irruenta Alba Parietti sempre in splendida forma, esaltata da un tubino nero. Silvia, viene fatta accomodare dall’improvvisa nuova “presentatrice” sulla sedia dell’ospite perché deve rispondere alle domande dell’intervista che i conduttori hanno preparato di nascosto per lei! La Toffanin spodestata dal suo ruolo, è incuriosita, ma allo stesso tempo non sa cosa pensare, possiamo notarlo dalla sua espressione imbarazzata e basita!

alba-parietti-a-verissimo-intervista-silvia-toffanin
Alba Parietti a Verissimo, questionario di Proust a Silvia Toffanin

Alba Parietti a Verissimo

Alba Parietti, dopo la visita inaspettata ben riuscita, procede con l’intervista basata sul questionario di Proust:

Puoi trasformarti in ciò che desideri, chi vorresti essere? Sempre Silvia!

La cosa che ti piace più di te stessa? La spontaneità.

La cosa che meno apprezzi? La risata.

Il tratto principale del tuo carattere? La sensibilità.

Che cosa bisogna fare per esserti amici? Essere sinceri e leali.

Che cosa preferisci in un uomo? La sincerità, la pulizia d’animo.

Chi vorresti essere? Sempre Silvia.

Che cosa volevi fare da grande? La mamma e l’interprete. Non era nei miei piani fare la televisione.

Un errore che non rifaresti? (oltre non accertarti che ci fosse la Parietti dietro le quinte) Delle foto … (e Alba commenta “chi non ne ha fatte”)

La persona che ammiri di più? Il mio uomo.

L’ultimo momento in cui hai perso la calma? Ora! ma le hai scritte tu queste domande Alba? No Silvia, non sono Proust.

La padrona di casa di Verissimo, ha intrattenuto con la sua conduzione 2.418.000 telespettatori per uno share pari a 18,14%. Chissà quali sorprese ci aspettano nella prossima puntata della trasmissione, contenitore di lacrime, denunce e testimonianze che ci commuovono come quella fatta da Fabrizio Bracconieri ex attore dei ragazzi della terza C, in cui denuncia l’indifferenza dello Stato italiano verso i malati disabili e vittime di malattie rare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here