Roma, forte esplosione, bomba davanti l’ufficio postale: ultima ora

Roma sotto assedio. Stamane avvertita una forte esplosione vicino ufficio postale in Viale dell'Aventino. Si tratta di un gesto anarchico?

Ultima ora: Roma, paura e caos questa mattina. La capitale sotto assedio dopo l’esplosione. Bomba davanti l’ufficio postale di via marmorata: angoscia e caos

Notizie ultima ora: Attimi di paura questa mattina intorno alle 10.30 a Roma. La capitale sotto assedio dopo quanto successo questa mattina. Esplode una bomba davanti l’ufficio postale di via marmorata. Sembrava una mattinata di quelle tranquille a Roma. Invece, la capitale d’Italia si è risvegliata con una notizia shock. Nelle ultime ore in azione alcuni ignoti vicino ad un ufficio postale. Udita una forte esplosione in strada. Il fatto è accaduto in Via Marmorata, zona Piazzale Ostiense, secondo quanto riferisce Il Messaggero. Spunta una prima ipotesi scioccante.

Notizie ultima ora: Esplosione a Roma (foto Il Messaggero di Roma)

Notizie ultima ora: esplosione a Roma davanti l’ufficio postale

Notizie ultima ora: Sarebbe un gesto dimostrativo di matrice anarchica l’ordigno esploso in strada questa mattina. Collegato ad un timer, aveva dentro due bottigliette con del liquido, probabilmente benzina. Piazzato nel parcheggio a poca distanza da un ufficio postale di Via Marmorata. Al momento si vaglia la pista anarchica, ma non vengono escluse altre ipotesi. Per fortuna non ci sono danni a persone o cose. La Procura di Roma ha subito aperto un fascicolo. Nel frattempo, arriva la testimonianza di un funzionario di polizia, Massimo Improta, su quanto accaduto.

Notizie ultima ora, Roma, esplosione, ultima ora, Roma esplosione,
Notizie ultima ora: (foto Il Messaggero di Roma)

Notizie ultima ora, Roma esplosione parla: Massimo Improta

Notizie ultima ora: le sue parole arrivano tramite i microfoni di RaiNews24: “L’esplosione non ha danneggiato vetri. Gli schizzi infiammati hanno raggiunto il cofano della macchina accanto. Sul posto sono rimasti due involucri di plastica simili a bottiglie di plastica da mezzo litro.

Si è trattato senz’altro, ha sottolineato, di un “atto dimostrativo” perché l’ordigno è stato realizzato mettendo insieme, con perizia, diversi oggetti a uso domestico, evidentemente da una o più persone che sanno quello che fanno. Inoltre l’ordigno è stato posizionato in un posto di pubblico interesse nel quale i danni sono stati contenuti.

Sul posto ci sono telecamere e gli investigatori stanno verificando se hanno ripreso i responsabili. I dipendenti del vicino ufficio postale hanno sentito l’esplosione, preso l’estintore e subito domato le fiamme“. Poteva andare molto peggio. Queste la Notizia ultima ora di oggi 12-05-2017

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.