Il mondo è rimasto a bocca aperta di fronte agli orrori che si stanno consumando in Francia, per la precisione a Parigi, divenuta ormai bersaglio di continui attentati. Il bilancio delle vittime è salito troppo velocemente a quota 127 morte e 192 feriti sopra cui una violenza mai giustificabile si è scagliata all’improvviso. Il panico serpeggia ormai in Europa e tutti i paesi si sentono vulnerabili, ma al tempo stesso uniti e vicini alla Francia. Parigi, presidiata dalle forze dell’ordine, è diventato il punto nevralgico di quella che ormai appare come una guerra culturale, un’ombra che getta sofferenza su tutto il continente.

#PrayForParis: Parigi sotto attacco, i vip di tutto il mondo si esprimono sui social

Attentati a Parigi: il web e le star si esprimono con l’hashtag #PrayForParis

Sui social network, fin dalla prima notizia degli attentati a Parigi, si è subito diffuso un atteggiamento solidaristico da parte degli utenti. Impotenti ma colpite dalle notizie, le persone comuni provano a dimostrare la loro solidarietà e vicinanza come possono. In situazioni come queste, è di umanità che si ha bisogno e anche un piccolo gesto di comprensione può essere vitale. Si uniscono al coro anche molti vip che, con le loro posizioni di visibilità, possono raggiungere un pubblico più vasto.

I loro messaggi non cadono nel vuoto, ma rimbalzano in ogni dove, pregni di cordoglio ed empatia.  “Fa paura sentirsi attaccabili in questo modo“, scrive Federica Pellegrini dando voce ai timori di molti. Lei, come gli altri, usa l’hashtag #PrayForParis, che riunisce tutti questi messaggi in un unico grande gruppo. Si esprimono Michael Moore, Marco Belinelli, Lorenzo Jovanotti, Sara Errani e il calciatore della nazionale francese Geoffrey Kondogbia. Quest’ultimo dedica un pensiero alle famiglie delle vittime, purtroppo numerose. La lista continua poi con Kim Kardashian West, Justin Timberlake, Chris Rock, i Negramaro. Katy Perry scrive: “Ragazzi, è il momento di pregare per Parigi“, Paris Hilton dice “Questo spezza il cuore. Il mio affetto e i miei pensieri vanno a tutte le persone colpite…“, Julian Moore afferma “Penso a tutte le persone che sono a Parigi“, Belen Rodriguez scrive: “Ma perché? Io mi auguro che Dio possa fermare tutto questo odio prima o poi. #orabasta”. Eros Ramazzotti: “SO DOVE ANDARE, MA NON SAPREI COSA FARE, SO CHE PENSARE, MA NON SAPREI ATTUARE, SO CHE FAREI, MA NON POTREI FARLO!!!!

In un momento tanto delicato e sconvolgente della storia umana, i social network possono essere usati per scopi meno frivoli, unendosi in un coro solidale che, pur non potendo influire sulla situazione, può dare speranza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here