Dopo le dimissioni di Cesare Prandelli e di Giancarlo Abete, seguite alla deludente spedizione in Brasile, adesso la Federazione dovrà scegliere i sostituti. E’ iniziato infatti il toto allenatore e tra i nomi più probabili c’è quello di Roberto Mancini. L’eliminazione dal Mondiale ha provocato uno tsunami in Figc e ha lasciato in eredità una squadra da ricostruire, a cominciare proprio dalla panchina. Colui che sarà all guida degli azzurri dovrà risanare le spaccature dello spogliatoio, uscito a pezzi e diviso dopo la sconfitta contro l’Uruguay. Potrà contare però sull’apporto fisico di un “senatore” come Andrea Pirlo che ha dichiarato di essere disponibile a continuare ad indossare la maglia della Nazionale qualora il nuovo c.t. chiedesse il suo aiuto, dopo il dietrofront sul ritiro annunciato del giocatore juventino.

Nazionale Italiana: Iniziato il toto allenatore, Roberto Mancini in pole
Roberto Mancini probabile allenatore dell’Italia

In molti, calciatori e non, hanno sottolineato che la Nazionale ha bisogno di professionisti e non di figurine, persone che sentono il piacere, oltre che il dovere, di rappresentare una Nazione, giocatori che abbiano voglia di mettersi in discussione senza sentirsi appagati e arrivati e senza pensare agli interessi personali. Il riferimento è anche a Mario Balotelli, da cui la maggior parte degli italiani si è sentita più delusa, e colui che ha tradito le aspettative di tutti in primis del suo ex ct Prandelli, primo estimatore di SuperMario, che ha puntato su di lui, lo ha difeso fino alla fine contro tutti e tutto, ma dal quale si aspettava molto ma molto di più. Da segnalare infatti, che sul viaggio del ritorno da Rio De Janeiro, il numero 9 azzurro non ha parlato con nessuno. E’ stato un volo fatto di silenzi e lunghe riflessioni. Una volta messo piede a Malpensa solo Prandelli si è avvicinato al suo pupillo per avere un chiarimento: “Hai capito la lezione?” – ha chiesto il c.t. – “Si mister: so di aver sbagliato“, la risposta di Balotelli prima di andarsene da solo, accompagnato dalla fidanzata e futura moglie Fanny Neguesha, senza salutare nessuno dei suoi compagni di Nazionale, e fare ritorno a Brescia. La Federazione dovrà scegliere in fretta il nuovo c.t. ma la decisione sarà legata all’elezione del nuovo presidente della Figc. Potrebbe essere Demetrio Albertini il prossimo presidente federale, anche se è la scelta del prossimo allenatore quella che interessa di più. In lista ci sono oltre al super favorito Mancini, fresco di rottura con il Galatasaray e che ha riscosso i consensi della gente come emerso dal sondaggio lanciato da Gazzetta.it in cui ha ottenuto il 51,5% dei pareri positivi, anche Luciano Spalletti che a marzo ha chiuso la sua avventura con lo Zenit San Pietroburgo dopo 5 anni, Francesco Guidolin oggi supervisore tecnico dell’Udinese il quale si è detto “onorato” per il solo fatto di essere considerato tra i possibili successori di Prandelli, infine Massimiliano Allegri e Alberto Zaccheroni fanalini di coda di questa classifica delle preferenze, pubblicata dal quotidiano rosa. Il tempo stringe e le decisioni tocca prenderle in fretta, ma senza dubbio un modo importante sarà anche l‘ingaggio. Parte dei nomi sopra elencati era abituato a percepire cifre molto più alte del solo 1,6 milione di euro offerti per il rinnovo a Prandelli, del resto allenare una nazionale è una questione di prestigio, più che di denaro. Chi vorreste vedere sulla panchina azzurra? Vi convincono i possibili nomi fatti?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here