Ecco la squalifica inflitta dalla FIFA a Luis Suarez per il morso alla spalla di Giorgio Chiellini. E’ una vera stangata per il giocatore uruguagio: nove giornate e quattro mesi lontanto dal calcio più una multa. Continua a far parlare la partita Italia-Uruguay. Il match oltre ad aver decretato l’esclusione da Brasile 2014 della nostra Nazionale, ha portato con sè un enorme strascico di polemiche. E’ stato criticato l’atteggiamento mostrato in campo dai giocatori, apparsi svogliati e senza stimoli, il gioco e il c.t. Cesare Prandelli, ormai ex allenatore degli azzurri viste le suedimissioni rassegnate a fine gara. Le sue scelte non sono piaciute così come il suo progetto di puntare sui giovani e soprattutto su Mario Balotelli, fulcro centrale dei suoi schemi di gioco, ma che ha enormemente deluso le aspettative. Ma sotto i riflettori è finito anche l’arbitro Marco Antonio Rodriguez Moreno, definito da molti come uno dei principali colpevoli della disfatta azzurra, paragonandolo all’altro Moreno, qual Byron, che nel 2002 di fatto eliminò l’Italia dai Mondiali in Corea del Sud e Giappone. Al Moreno di quest’anno gli italiani hanno contestato, tra gli altri tanti errori, il non aver sanzionato il morso di Luis Suarez arrecato ai danni di Giorgio Chiellini.

suarez-squalificato-per-il-morso-a-chiellini-foto
Suarez squalificato per il morso a Chiellini

Ci ha pensato però la FIFA a farlo, squalificandolo per ben nove giornate e costringendolo a stare quattro mesi lontano da qualsiasi attività connessa al calcio. La stangata è arrivata a pochi giorni dalla sfida di Natal. Dopo la gara molti tifosi hanno puntato il dito contro il fischietto messicano reo di aver falsato la partita, decisa dalla espulsione, ingiusta, di Claudio Marchisio. Lo stesso Chiellini, vittima suo malgrado del “Cannibale” di Suarez , è apparso imbufalito a fine partita: “Suarez fa il furbo e la FIFA glielo permette perchè deve far giocare i campioni. E’ una vergogna, la gara di oggi è statadecisa dall’arbitro. L’espulsione di Marchisio e la manacata espulsione di Suarez decidono le partite. […]Vediamo se per Suarez varrà la prova tv“. E la stangata dalla prova tv è arrivata. Con qualche giorno di ritardo ma è arrivata. Niente maglia dell’Uruguay per nove partite, i quattro mesi di sospensione dal calcio costringeranno Suarez a non giocare tutta la prima fase della stagione del Liverpool con il suo rientro previsto per il weekend del 25-26 ottobre, quando i Reds ospiteranno lo Hull Cuty. Nel frattempo salterà le prime tre giornate della fase a gironi della Champions League. C’è da aggiungere una multa di 100.000 franchi svizzeri (82.000 euro) più il divieto di accesso agli stadi, a partire da quelli in cui giocherà la Nazionale uruguaiana. Una sorta di Daspo per il centravanti della Celeste. Un bricolo di soddisfazione per l’Italia dunque c’è stato in questo Mondiale da dimenticare, anche perchè quello di Chiellini non è stato l’unico episodio. Il “vizietto” del morso Suarez l’aveva già manifestato in altre due precedenti occasioni: Otman Bakkal durante una sfida tra Ajax e PSV nel 2010 e a Branislav Ivanovich nel match di quest’anno fra Liverpool e Chelsea. Una sanzione esemplare che si spera gli sia da lezione. Aggressione e condotta antisportiva, questi i “reati” di Suarez: “Tale comportamento non può essere tollerato in nessun campo di calcio, e in particolare non durante una Coppa del Mondo FIFA, quando gli occhi di milioni di persone sono fissi sulle stelle in campo. La Commissione displinare ha tenuto conto di tutti i fattori del caso e del grado di colpevolezza del signor Suarez in conformità delle pertinenti disposizioni del Codice“, questo il comunicato della Federazione Internazionale. Una sanzione che però non è piaciuta in patria da dove il Ministro del Turismo e sport l’ha così commentata su Twitter: “Squalifica sproporzionata“. “E’ come se l’Uruguay fosse stata eliminata dai Mondiali“, ha aggiunto invece il presidente di Federazione Wilmar Valdez. Voi siete d’accordo? E’ una squalifica eagerata oppure è giusta per il Cannibale-Suarez?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here