MotoGp. In Repubblica Ceca la vittoria va a Jorge Lorenzo davanti al connazionale Marc Marquez e a Valentino Rossi. Lo spagnolo conquista così il quinto successo in stagione e sale al primo posto in classifica raggiungendo il Dottore.

MotoGp Brno: la gara e le dichiarazioni dei piloti

MotoGp: a Brno Lorenzo vince e raggiunge Rossi in classifica
Jorge Lorenzo

Il maiorchino ha condotto la gara sempre in testa sin dalla griglia di partenza, respingendo gli attacchi del pilota Honda, nella prima parte di gara sempre dietro al pilota Yamaha. Dietro c’è stata una lotta tra Rossi e le due Ducati. Alla fine l’ha spuntata però il nove volte campione del mondo che così è andato a prendersi la terza posizione superando Andrea Dovizioso. Il forlivese poi nel corso della gara ha perso anche il vantaggio su Iannone, suo compagno di team, e alla fine della corsa all’ultimo giro si è fatto superare anche da Pedrosa. Quest’ultimo è stato protagonista di alcuni sorpassi che dal nono posto l’hanno portato al quinto a fine gara. Ritornando al podio la vittoria di Lorenzo con il tempo di 42.53.042 l’ha fatto salire al primo posto nella classifica piloti, ma pur essendo a pari punti con Rossi a 211, l’iberico è comunque davanti perché ha due vittorie in più rispetto al 36enne di Tavullia. Attualmente le cose vanno bene per il maiorchino che ha già lanciato la sfida al compagno di squadra nella lotta per il Mondiale: “Da adesso sarà una battaglia bellissima, ripartiamo da zero per un mini campionato di 7 gare, ci saranno gare in cui Valentino mi potrà stare davanti, ma con queste gomme e con il feeling che ho ora con la moto e per il mio stato di forma, credo di poter andare sempre sul podio”.
Dall’altra parte c’è Rossi che ha fatto sicuramente una buona gara, anche se la partenza non è stata perfetta, visto che comunque conquistato l’undicesimo podio in questo motomondiale, mantenendo il primato. Ma la rimonta di Lorenzo e la sua stessa buona prestazione, richiedono una seria riflessione: “Ho scelto la forma che credevo migliore per me dopo le prove, non ho fatto una bella partenza, mi hanno superato Smith e Dovizioso, ma anche con uno scatto migliore non avevo il passo per stare con Marquez e Lorenzo che avevano un altro passo. La verità è che ho fatto fatica, non ero veloce. È un risultato deludente, il podio va bene, ma sono arrivato troppo lontano da Jorge, e questo lo sapevo, ma soprattutto da Marc con cui speravo di lottare”. Il campione italiano non può essere felice del risultato e pensa alle prossime gare, come ha spiegato a fine gara: “È una delle mie peggiori gare dell’anno, speriamo di essere competitivi già a Silverstone perché Misano è lontana. Lorenzo va davvero forte, questo è il problema e sarà difficile batterlo, ma ci devo provare. La sua forza è che riesce a essere veloce anche quando l’assetto della moto non è al meglio e la pista non è perfetta, questo fa la differenza”.

Motomondiale: Ducati e Honda inseguono le Yamaha

Tra i due litiganti c’è Marquez che in gara sin dalla partenza è rimasto attaccato a Lorenzo, sperando di poterlo superare e conquistare la vittoria com’era accaduto a Indianapolis. Ma nella seconda parte della gara ha mollato la presa, accontentandosi della seconda posizione (42.57.504). Lo spagnolo con questo secondo posto comunque sta accorciando il distacco nella classifica mondiale trovandosi al terzo posto con 159 punti. Fuori dal podio del Gp di Brno ci sono le due Ducati e Dani Pedrosa: quarto è arrivato Andrea Iannone, quinto lo spagnolo della Honda e sesto Andrea Dovizioso. Le due Ducati a inizio competizione hanno combattuto con Rossi, ma poi hanno ceduto alla superiorità del Dottore che dopo è andato alla ricerca dei due piloti in testa, anche se già aveva consolidato un distacco importante (43.03.439). Adesso bisogna aspettare la prossima gara del Motomondiale che sarà il 30 agosto in Gran Bretagna sul circuito di Silverstone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here