Aldo Biscardi muore a 86 anni. Fu l’inventore del calcio sviscerato in TV con Il Processo di Biscardi su Rai 3 nei primi anni 80.

Aldo Biscardi è morto dopo anni di battaglie per la moviola in campo. Appena in tempo per vedere il suo pensiero realizzarsi. Fu proprio Aldo Biscardi a dare vita al calcio in televisione. Il conduttore di molte battaglie Aldo Biscardi aveva visto lungo (30 anni prima) sullo show in tv del calcio. Per oltre trent’anni ha condotto il Processo del Lunedì. Cominciò negli anni Ottanta su Rai 3, una trasmissione di successo dove si commentavano insieme ad altri ospiti e giornalisti le partite di Serie A del weekend. I più bei momenti delle partite: i gol, falli, i rigori e il calciomercato.

aldo-biscardi-morto
Ultima ora: Aldo Biscardi

Il papà del calcio in tv Aldo Biscardi è morto

Aldo Biscardi fu l’inventore di un genere di trasmissione calcistica in cui gli ospiti in trasmissione si comportavano talvolta in maniera eccentrica. Si iniziò a discutere per ore, e si commentavano le partite animatamente. Aldo Biscardi è morto questa mattina a Roma. Era ricoverato al Policlinico Gemelli da qualche settimana. È la famiglia stessa a rivelare la notizia. I funerali si terrano domani.

La carriera televisiva di Aldo Biscardi

Nato in provincia di Campobasso, il 26 Novembre del 1930, si trasferisce a Napoli,  per seguire la sua grande passione, il calcio. Sogna di farne la sua professione. Inizia la carriera al quotidiano napoletano «Il Mattino». Poi, nel 1965, arriva nella redazione di «Paese Sera», dove diventa caporedattore. Ma il suo grande era la televisione. Approdò alla Rai. Volle creare un format di talk show sulle partite di campionato di Serie A.

Su Rai3 nel 1980 con il Processo del Lunedì, Aldo Biscardi ebbe il suo grande successo. Qualche anno dopo Aldo Biscardi passa alla prima paytv, Tele+, dove ripropone la sua creatura con un nuovo nome, «Il processo di Biscardi».

Ricordi del giornalista sportivo

Il nipote del giornalista, Giuseppe Biscardi lo ricorda con affetto. «Ero andato a trovarlo recentemente, non stava molto bene, sono contento di averlo rivisto».

Poi si sofferma sul passato: “Quando poteva, andava a Larino, dove le gente lo fermava per strada per parlare di calcio. Qualche volta ha seguito le partite del Campobasso, ai tempi della serie B e spesso lo accompagnavo allo stadio. Sono molto addolorato, al di là del rapporto di parentela che ci legava”. Molte le squadre che ricordano il conduttore tv a iniziare   Dal Milan, che su Twitter scrive «Condoglianze sincere alla famiglia. Grande rispetto per un grande giornalista», alla Fiorentina fino al Palermo, che gli dedica una nota sul sito ufficiale.

La Rai lo ricorda con molta ammirazione: “Con Aldo Biscardi scompare oggi un grande giornalista, ideatore e conduttore di trasmissioni sportive che hanno cambiato il modo di raccontare il calcio in tv”. Il sindaco del paese natale esprime cosi le sue condoglianze: “Sono sinceramente colpito e profondamente toccato per la scomparsa del nostro concittadino”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here