Ai Mondiali di Kazan arrivano altre due medaglie nella gara di fondo nei 25 km. Simone Ruffini e Matteo Furlan hanno vinto per l’Italia rispettivamente la medaglia d’oro e la medaglia di bronzo. I due azzurri sono arrivati sul podio dopo aver nuotato per quasi cinque ore nelle acque del bacino del fiume Kazanka: Ruffini è arrivato sul gradino più alto superando l’americano Alex Meyer con il tempo di 4 h 53’ 10’’ 7 e al terzo posto si è piazzato Furlan, che invece ha chiuso la sua gara dopo 4 h 54’38’’0.

Mondiali nuoto Kazan: la gara di Simone Ruffini

Simone-Ruffini-300x230
Simone Ruffini

 Il 26enne di Tolentino ha conquistato l’oro nuotando sempre nel gruppo dei migliori dieci e sferrando l’affondo decisivo negli ultimi 1000 metri di competizione superando lo statunitense. La gara dell’azzurro è stata caratterizzata da alcuni problemi, come ha spiegato l’italiano: “Mi sono svegliato con problemi di stomaco. Ai primi tre giri non stavo molto bene. Al quinto e al settimo chilometro ho vomitato due volte. Per fortuna c’è stato l’intervento del dottore, che mi ha dato qualcosa rimettendo tutto a posto”. Il nuovo campione del mondo in Russia ha vinto la terza medaglia della sua carriera, dopo aver ottenuto due bronzi agli Europei del 2010 in Ungheria dopo aver nuotato nelle acque del lago Balaton. “Ho sempre creduto al podio. Alla vittoria non pensavo fino agli ultimi 1500 metri quando ho visto Meyer in seria difficoltà. Ai 1000 metri mi ha lasciato passare e si è incollato ai piedi. Ho avuto un po’ paura che rientrasse e sfruttasse la mia scia, ma poi sono riuscito a staccarmi. Ancora non mi rendo conto di aver conquistato il titolo mondiale. Sono molto contento e desidero dedicare questa medaglia a tantissime persone, ma soprattutto alla mia fidanzata Aurora Ponselè. L’ho vista e già piangeva. Che felicità!”. Ha spiegato Ruffini, che oltre alla vittoria nella 25 km di fondo, nella gara dei 10 km raggiungendo il settimo posto ha ottenuto la qualificazione alle prossime Olimpiadi di Rio nel 2016.

La proposta di matrimonio di Ruffini sul podio

Momento speciale della gara del nuotatore azzurro, è stata la proposta di matrimonio che Ruffini ha fatto alla fidanzata la collega fondista Aurora Ponselè. L’atleta dell’Esercito nel corso della premiazione ha mostrato alla telecamera un foglio con su scritto: “Aurora mi vuoi sposare”. La fidanzata ha risposto di sì facendo anche il gesto del cuore. Oltre al primo posto che ha due precedenti nella stessa distanza quelli di Viola Valli nel 2001 a Fukuoka e quello di Valerio Cleri del 2009 a Roma, bisogna anche ricordare il terzo posto di Matteo Furlan che ha vinto il secondo bronzo ai Mondiali di Kazan dopo quello conquistato nella gara dei 5 km.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here