Kevin Prince Boateng chiude in anticipo la sua parentesi al Mondiale con il Ghana. Perché? Sarebbe stato coinvolto in un acceso e violento scontro con l’allenatore della sua nazionale. Durante l’allenamento, infatti, il calciatore avrebbe insultato il CT del Ghana Appiah, mentre il compagno di squadra Sulley Muntari avrebbe alzato le mani nei confronti di un membro della nazionale. Il mister, quindi, a poche ore dall’incontro con il Portogallo di Cristiano Ronaldo ha deciso di allontanare dal ritiro i due calciatori, e di conseguenza mondiale finito per i due ghanesi.

Mondiali 2014, Boateng escluso dal Ghana
Boateng squalificato dalla Nazionale Africana

La decisione del commissario tecnico è stata diffusa tramite un comunicato stampa, che non lascia spazio a fraintendimenti: “La Ghana Football Association (GFA) ha approvato la decisione del CT Kwesi Appiah di sospendere Kevin Prince Boateng a tempo indeterminato dalle Black Stars”. Prosegue chiaramente la nota: “La decisione ha effetto immediato, ed è stata presa dopo i volgari insulti verbali di Boateng nei confronti del coach durante l’allenamento della squadra a Maceio”.
Una scelta che non sarà modificata, visto che la federazione ghanese ha già ritirato l’accredito dell’attaccante valido per la coppa del Mondo. La stessa sorte è toccata al compagno di nazionale Muntari (avevano giocato insieme al Milan), con una diversa motivazione: cioè i ripetuti attacchi fisici nei confronti di un membro del Comitato Esecutivo e del Management.
Boateng ha dato la sua versione dei fatti al sito della Bild, spiegando di un semplice scontro di gioco con lo stesso Muntari e tra una battuta e l’altra, poi a quel punto il loro allenatore li ha cacciati senza motivo fuori dal campo. Dopo nei pressi del pullman lo stesso attaccante dello Shalke 04 ha chiesto spiegazioni al Ct Appiah che ha reagito insultandolo.

Chissà chi dei due ha ragione, fatto sta che adesso il compagno di Melissa Satta, ha dovuto fare i bagagli e lasciare definitivamente la competizione mondiale augurando però ai suoi compagni di fare bene  nel match contro la nazionale portoghese e quindi di passare il girone.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here