In una sola giornata la Juventus ha ufficializzato l’addio di Andrea Pirlo e il prolungamento del contratto di Massimiliano Allegri. Il club tramite una lunga nota pubblicata sul sito ufficiale ha salutato il centrocampista bresciano, pronto a iniziare una nuova esperienza in America al New York City. Dal sito ufficiale della squadra si legge: “Grazie Maestro. Non può che iniziare con queste due parole il saluto, l’omaggio ad Andrea Pirlo al termine della sua avventura in bianconero. Grazie, per quello che ci ha fatto vedere, vivere, vincere in questi quattro anni”, così il lungo comunicato rende omaggio al giocatore 36enne.

Andrea-Pirlo
Andrea Pirlo

Il comunicato della Juventus rivolto ad Andrea Pirlo

Prosegue la società bianconera: “Maestro, perché tra tutti i suoi soprannomi è sempre stato quello che ci è piaciuto di più. I compagni lo chiamano “Professore” e in effetti, per loro, campioni affermati, trovarsi al fianco di Andrea è come seguire una lectio magistralis. Per chi invece professionista non è, conoscere la raffinata semplicità del suo gioco è una rivelazione continua, è come scoprire l’essenza stessa del calcio. Ecco perché per noi “Maestro” è più indicato. E poi è l’appellativo degli artisti, siano essi pittori, registi del cinema, direttori d’orchestra”.
Il giocatore campione del mondo nel 2006 è arrivato alla Juventus nel corso dell’estate del 2011, come ricorda il club ha segnato il suo primo gol il 18 febbraio 2012 in casa contro il Catania su punizione. La società piemontese ricorda questi quattro anni insieme ad Andrea Pirlo anche con la rete segnata nel derby dello scorso campionato a novembre a quattro secondi dalla fine del match. Il giocatore ex Juve ha realizzato con la maglia bianconera 19 reti, 15 su calcio piazzato in 164 presenze.
“Pirlo, in campo, è tutto questo. È carisma silenzioso, è controllo di palla, è la finta che spiazza uno, due, tre avversari in un colpo. È l’apertura improvvisa, il pallonetto che scavalca la difesa. È la testa in moto perpetuo, quando il gioco è lontano. Uno sguardo a destra, uno al centro, uno a sinistra, per tenere d’occhio compagni e avversari. Per sapere prima di tutti cosa accadrà: non è preveggenza, non è istinto. È pura e semplice intelligenza”, dichiara la nota.
Il club nel corso del lungo testo dedicato al giocatore in partenza per gli Stati Uniti spiega anche l’accordo con il centrocampista. Si è trattato di una risoluzione consensuale del contratto, che il club torinese preferisce definire come una stretta di mano tra persone che hanno “condiviso esperienze straordinarie”. Pirlo e la Juve hanno conquistato parecchi successi: quattro scudetti, una Coppa Italia, due Supercoppe italiane e infine senza dimenticare la finale di Champions League. Conclude perciò il club della famiglia Agnelli: “Per la Juventus e per i suoi tifosi, avere ammirato Andrea, avere condiviso con lui emozioni e vittorie è stato un piacere e un privilegio. E allora grazie Maestro e buona fortuna, ti seguiremo anche da una parte all’altra dell’oceano”.

Il prolungamento del contratto di Massimiliano Allegri con la Juventus

La Juventus poi ha inoltre concluso l’accordo con Massimiliano Allegri. Il tecnico ha rinnovato di un altro anno il suo contratto che scadrà nel 2017. A margine di un incontro nella sede di Corso Galileo Ferraris con il presidente Agnelli e l’ad Giuseppe Marotta, il tecnico juventino ha deciso di prolungare convinto anche dal ritocco sul suo ingaggio. Da adesso, infatti, Allegri guadagnerà 3 milioni e mezzo a stagione e non più 2 e mezzo. Con questa cifra l’allenatore toscano diventa il secondo mister della Serie A con l’ingaggio più alto solo dopo Roberto Mancini. L’allenatore jesino, infatti, percepisce da quest’anno 4 milioni più bonus a stagione per i prossimi due, e non più 2, 7 come era successo durante lo scorso campionato. Il presidente bianconero ha poi commentato la decisione presa per il futuro del club, come riporta il sito ufficiale: “Allegri è la nostra guida, ha condotto una stagione straordinaria, plasmando la squadra, facendole fare un salto di qualità”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here