Lewis Hamilton conferma ancora una volta di essere il migliore. Vincendo il Gp del Bahrain di Formula 1 davanti al ferrarista Kimi Raikkonen e all’altro uomo Mercedes Nico Rosberg. L’inglese ha consolidato un dominio incontrastato, che difficilmente viene scalfito dagli avversari. Il pilota britannico dalla partenza fino all’arrivo ha protetto il primo posto senza temere mai le incursioni dei rivali. Dietro invece Rosberg alla fine della gara ha perso l’occasione di arrivare secondo facendosi superare da Raikkonen.

Gp del Bahrain: dominio di Lewis Hamilton, secondo Kimi Raikkonen e terzo Nico Rosberg
Formula 1: Gp del Bahrain, vittoria di Lewis Hamilton

Gp del Bahrain di Formula 1: le dichiarazioni dei piloti

Hamilton ha tagliato il traguardo con il tempo di 1.35.05.809, a seguire il finlandese della rossa ha avuto un ritardo dal primo di +3.380 e Rosberg a +6.033. Quest’ultimo al penultimo giro ha subito un guasto ai freni, che ha favorito Raikkonen pronto al sorpasso. Alla Mercedes, Hamilton sorride e festeggia la terza vittoria su quattro gare disputate e l’ascesa in classifica che gli permette di costruire margine sui diretti avversari. “Una grande gara, tre vittorie, ma il mio obiettivo è il titolo. Devo ringraziare il mio team, perché la Ferrari ci ha dato del filo da torcere, qi era difficile gestire le gomme, ma abbiamo lavorato tanto e lo faremo fino alla fine. La Mercedes resta la migliore e lavoriamo per mantenere il vantaggio”.
Per Rosberg invece le cose vanno sempre peggio, ancora una volta si è dovuto accontentare di un terzo posto dietro al compagno e ad una monoposto Ferrari. Il tedesco non riesce a fare il salto di qualità necessario, dimostrando di avere un forte gap rispetto ad Hamilton sempre superiore a tutti: “Ho fatto tanta fatica, ma è andata abbastanza bene ho fatto tanti sorpassi, provando a prendere le Rosse, ma poi ho perso i freni e sono andato dritto. Sono ugualmente molto contento della mia auto e sono riuscito a portarla al traguardo. Non vedo l’ora che arrivi la prossima gara e ringrazio anche i fans che sono venuti qui da tutto il mondo”.
La Ferrari ha dato prova di essere competitiva quanto la scuderia tedesca, il finlandese ha fatto una grande gara. È suo, infatti, il giro più veloce sul circuito del Sakhir. Ma il secondo posto non gli basta, avrebbe preferito fare ancora di più: “Non sei mai contento quando arrivi al secondo posto, ma dopo un avvio di stagione difficile stanno arrivando i primi risultati. Sono molto contento di come sta lavorando il team, l’atmosfera è buona adesso, sono certo che saremo in grado di combattere per la vittoria ma ci vuole ancora un po’ di tempo”.

Sebastian Vettel Gp del Bahrain: “non sono contento, ho commesso un paio di errori nei momenti cruciali”

L’insoddisfazione in casa Ferrari è per Sebastian Vettel che arriva soltanto quinto (+43.989) dietro a Valtteri Bottas, pilota Williams (+42.957). Il tedesco del cavallino rampante ha pagato caro uno stop in più dovuto al cambio del musetto. Durante la gara, infatti, è andato fuori pista, questo ha comportato un danno all’ala anteriore e di conseguenza una sosta ai box. “Alla fine non sono contento, ho commesso un paio di errori nei momenti cruciali, per due volte ho perso la posizione guadagnata dopo il pit stop. Nel complesso è stata una buona gara per il team, ma la mia prestazione non è stata perfetta”.

Il campione di Heppenheim si è complimentato con Raikkonen: “Dobbiamo essere molto contenti, è fantastico vedere quanto siamo competitivi. Speriamo di migliorare ancora per mettere più pressione alla Mercedes e faremo del nostro meglio per raggiungerli”.
Daniel Ricciardo a bordo della Red Bull è arrivato sesto a +1.01.751 e inoltre proprio al momento di tagliare il traguardo l’australiano è stato costretto a fermarsi per un problema al motore. Fernando Alonso è arrivato undicesimo con un giro di distacco dai piloti di testa. Al contrario il compagno di team dello spagnolo, Jenson Button, non è neanche sceso in pista a causa di un problema tecnico all’Ers. Max Verstappen e Carlos Sainz, entrambi piloti Toro Rosso, non hanno finito la gara costretti al ritiro durante il gran premio.
Archiviato il Gp del Bahrain adesso il Circus della Formula 1, si fermerà questo fine settimana per ricominciare il Mondiale 2015 a inizio maggio tra l’1 e il 3 con il Gp della Corea.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here